Foggia, carabiniere suicida in caserma/ Colpo di pistola alla testa durante servizio

- Emanuela Longo

Carabiniere si suicida in caserma nel Foggiano: un colpo di pistola alla testa dopo aver iniziato il turno, nessun messaggio di addio

Suicidio a Milano
Immagine di repertorio (LaPresse)

Choc presso la stazione dei carabinieri di Bovino, in provincia di Foggia, dove oggi un militare di 39 anni si è tolto la vita, suicidandosi con l’arma di ordinanza. La notizia è trapelata nel tardo pomeriggio di giovedì e le informazioni sul disperato gesto compiuto dal carabiniere sono ancora scarne. Secondo quanto riferito da La Gazzetta del Mezzogiorno nella sua edizione online, la vittima era un vicebrigadiere, celibe. Prima di togliersi la vita esplodendo un colpo di pistola mentre era in servizio, non avrebbe lasciato alcun messaggio o biglietto di addio nel quale annunciava o motivava il suo tragico gesto. Sul posto, dopo la notizia si è precipitato anche il comandante provinciale dei carabinieri, il colonnello Marco Aquilio. Restano ignote, dunque, al momento le motivazioni del gesto che ha spinto il giovane carabiniere a suicidarsi in caserma. In corso le indagini per fare luce sulla vicenda.

CARABINIERE SUICIDA IN CASERMA: GIALLO SU MORIVAZIONI

I colleghi in servizio presso la stazione dei Carabinieri di Bovino, nel Foggiano, non avrebbero intravisto alcun malessere psicologico tale da indurre il militare a suicidarsi in caserma. Il dramma si è consumato nel pomeriggio di oggi 5 settembre presso la struttura in viale Regina Margherita, dove è appena sopraggiunto anche il colonnello che ha avviato le indagini per cercare di ricostruire l’esatta dinamica di quanto successo in pieno giorno. La notizia tuttavia resta in aggiornamento, in attesa di ulteriori dettagli che possano fornire maggiori informazioni sui carabiniere suicida che, come spiega anche l’agenzia di stampa Ansa, avrebbe deciso di togliersi la vita dopo essere entrato in servizio nel pomeriggio odierno. Per lui non c’è stato nulla da fare essendo deceduto sul colpo subito dopo lo sparo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA