Francesca Ossani, presidente Crik Crok/ “Esperienza meravigliosa” (Boss in incognito)

- Emanuele Ambrosio

Francesca Ossani, la presidente di Crik Crok a Boss in Incognito: “vogliamo tornare a conquistare il posto che il nostro brand merita nel mercato”

Francesca Ossani

“E’ stata un’esperienza faticosa, meravigliosa, ho ascoltato anche delle storie molto toccanti, ne farò tesoro”. Con queste parole Francesca Ossani, la presidente della Crik Crok, commenta la sua partecipazione alla prima puntata di “Boss in Incognito 2020“. Un lungo viaggio alla scoperta della sua azienda sotto mentite spoglie, visto che la presidente si è trasformata in Giovanna, una giovane commessa che durante il lockdown si è ritrovata a perdere il lavoro. L’arrivo di Giovanna in azienda è stato un momento di confronto con i dipendenti inconsapevoli di trovarsi a dover lavorare con la presidente della loro azienda. Il confronto con i dipendenti è il momento clou della puntata con la Ossani che sorprende tutti i suoi dipendenti con un regalo: da Suzanne a cui regala un automobile, un corso di scuola guida e un fondo economico per la figlia a Filomena che si ritrova ad essere promossa a capoturno per la dedizione e l’impegno costante nel lavoro. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Francesca Ossani presidente Crik Crok “Ho salvato l’azienda”

Francesca Ossani, la presidente della Crik Crok è la prima protagonista di Boss in Incognito 2020, il docu-reality condotto da Max Giusti su Rai2. “La mia azienda produce patatine che esportiamo in 25 paesi nel mondo” – ha detto Francesco nella scheda di presentazione rivelando – “mi sono innamorata dalla prima volta in cui ho visto la cascata delle patatine, da lì è iniziata la mia grande avventura. Spesso si dice che nel marketing bisogna avere uno story Teller e inventarsi una storia da poter raccontare, io una storia ce l’ho”. E’ andata davvero così, visto che la Ossani si è ritrovata a dover affrontare una forte crisi all’interno dell’azienda che rischiava il fallimento. “La situazione quando sono entrata nella Crik Crok era drammatica: l’azienda richiamava il fallimento e di licenziare 150 persone e 50 agenti” – ha raccontato la Ossani – “mi sono ritrovata a investire delle mie risorse personali con il rischio che questa azienda poteva fallire da un momento all’altro”. L’impegno della Ossani alla fine è stato tale da mettere in salvo l’azienda: “ho salvato l’azienda con tutti i suoi dipendenti, ho rischiato per due anni e mezzo. Alla fine sono riuscita a portare a casa il risultato migliore e finalmente l’azienda è diventata mia”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Francesca Ossani, la presidente di Crik Crok è la prima Boss in Incognito

Francesca Ossani, la presidente della Crik Crok è la prima protagonista della nuovissima edizione di Boss in Incognito 2020, il docu-reality condotto quest’anno da Max Giusti su Rai2. La Ossani è davvero emozionata di calarsi nei panni del primo “boss in incognito” con la complicità del conduttore che quest’anno si maschererà giocando un ruolo del tutto nuovo rispetto alla precedenti edizioni. La direttrice di Crik Crok ha detto di essere emozionata per questa nuova avventura; del resto sono solo tre anni che Francesca ricopre il ruolo di presidente della celebre azienda produttrice di patatine e snack pronta ad entrare in azienda sotto mentite spoglie. Stando alle anticipazioni, infatti, la presiedente fingerà di essere una delle protagoniste del documentario Rai “Un lavoro in sette giorni” ideato per aiutare l’azienda a ricollocare della forza lavoro dopo l’emergenza sanitaria da Covid-19. Un escamotage che sarà svelato ai dipendenti dell’azienda solo una settimana dopo. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Francesca Ossani: da Crik Crok a Boss in Incognito 2020

Francesca Ossani, presidente della Crik Crok, è la protagonista della prima puntata della nuova edizione di Boss in incognito. Su Facebook, dopo aver condiviso un video pubblicato dalla pagina Facebook della Crik Crok, si è detta pronta ed emozionata. “La nostra Boss Francesca Ossani ci ha fatto una grande sorpresa, se vuoi scoprire cosa rende uniche le nostre Crik Crok, non perderti la puntata di questa sera! Boss In Incognito”, scrive lo staff dell’azienda sul social network. Quella di questa sera sarà una puntata emozionante non solo per i dipendenti, ma anche per la stessa Francesca Ossani che, per la prima volta, ha toccato con mano la vita dei suoi dipendenti e le loro difficoltà. Sarà un’emozione imperdibile per Francesca Ossani, dunque, rivedere ciò che ha vissuto. Cliccate qui per vedere il post (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

Francesca Ossani, presidente Crik Crok a Boss in incognito

Francesca Ossani, la presidente di Crik Crok è la protagonista della prima puntata di Boss in Incognito, il docu-reality condotto da Max Giusti su Rai2. Un’edizione speciale visto che come ha raccontato Max Giusti a Il Messaggero: “siamo entrati nelle aziende dopo la fine del lockdown. Durante le riprese ho incontrato un’Italia che resiste e non vuole mollare. Ho visto grande coesione tra imprenditori e lavoratori”. Protagonista indiscussa della prima puntata la direttrice della nota azienda produttrice di patatine e snack che ha preso la direzione dell’azienda seguendo i consigli e gli insegnamenti del padre. “Per costruire qualcosa di solido ci vuole tempo, poi basta un attimo perché tutto vada in fumo” era una delle frasi simbolo del padre; una tradizione che Francesca ha proseguito nonostante le tante difficoltà e una famiglia da gestire. Intervistata da ledonnedelfood.it, Francesca ha detto: “volevo occuparmi di un’azienda con un ciclo produttivo, qualcosa di concreto e tangibile che mi permettesse di vedere la trasformazione di una materia prima. Volevo però cambiare settore, ma sempre con l’idea di poter fare quello che era riuscito a fare mio padre: far crescere un’impresa grazie alla condivisione di valori e a un vero lavoro di squadra”. Nonostante discordie e difficoltà, Francesca ha fatto di tutto per rilevare il famoso brand di patatine come ha raccontato: “io ci credevo, non ho mai mollato e più conoscevo l’azienda e le sue persone, più mi sentivo legata a loro. Tutti mi scoraggiavano e mi davano anche della pazza, ma oggi che sono arrivata fin qui sono orgogliosa della mia testardaggine e la mia squadra mi sta generosamente ripagando dei momenti difficili”.

Francesca Ossani: “Le nostre Crik Crok vogliono regalare un momento magico”

L’arrivo di Francesca Ossani alla guide del noto marchio Crik Crok ha portato delle importanti novità. A cominciare dal look come ha raccontato la stessa presidente: “abbiamo studiato un nuovo look, chiaro e gioioso”. Non solo, si è puntato anche su una serie di linee di prodotti di diverso tipo per offrire un ventaglio di possibilità di patatine differenti. “Le nostre patatine rosse Originali, le Ondulate e le Fatte a mano, gli Stick, i nostri famosi Puff, i pop corn, i tubi Plus” – ha detto la presidente che ha poi aggiunto – “siamo ripartiti da due certezze: la qualità e le competenze delle persone, asset decisivi. Ed io sono stata fortunata perché ho incontrato delle persone meravigliose che hanno deciso di affiancarmi e di credere nel mio progetto. Senza di loro ora non sarei qui”. Infine parlando proprio delle patatine ha detto: “la patatina è un momento di gioia e di relax, è un piacere speciale che accomuna bambini, adulti e anziani. Tutti coloro che si sentono giovani, l’età è quella che ti senti. Le nostre Crik Crok vogliono regalare un momento magico, per questo abbiamo realizzato una nuova campagna che presto arriverà in tutta Italia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA