Francesca Pascale, fidanzata Silvio Berlusconi/ L’amore per il cavaliere e il futuro in politica

Francesca Pascale, da 15 anni al fianco di Silvio Berlusconi: la napoletana è pronta a “metterci la faccia” anche in politica.

Francesca Pascale
Francesca Pascale (Foto: LaPresse)

Da quindici anni al fianco di Silvio Berlusconi, Francesca Pascale sta acquistando una grande rilevanza anche a livello politico. Non è passata inosservata la recente sfuriata nei confronti di Matteo Salvini, leader della Lega e alleato del Cavaliere, così come ha avuto grande impatto mediatico la sua decisione di non partecipare alla manifestazione del Centrodestra in piazza San Giovanni. «Aborro gli estremismi e non condivido il sovranismo», ha affermato la napoletana, che in una recente intervista ha inoltre sottolineato di non essere «né eterosessuale né gay», evidenziando di non aver mai usato paletti per definirsi. Il rapporto con il leader di Forza Italia procede a vele spiegate – ma per il momento nessun matrimonio – anche se non sono mancate indiscrezioni che hanno “disturbato” la serenità della coppia: recentemente lo stesso Berlusconi ha dovuto smentire presunte intromissioni dei figli, “intenti” a porre fine all’amore con la Pascale secondo certe voci.

FRANCESCA PASCALE E L’ASSOCIAZIONE “I COLORI DELLA LIBERTA'”

In una recente intervista ai microfoni de Il Messaggero, Francesca Pascale ha annunciato di volerci mettere la faccia ed essere ancora più presente: la compagna di Silvio Berlusconi è infatti pronta a lanciare l’associazione I colori della libertà. «Non mi interessa la politica elettiva, mi è bastata l’esperienza da consigliere provinciale di Forza Italia. Voglio dare una mano per una battaglia trasversale sui diritti delle coppie Lgbt. E non solo, anche per quelli delle donne e dei bambini sfortunati», ha spiegato la Pascale, che ha ricevuto la benedizione del Cavaliere. Il lancio dell’associazione è programmato per il gennaio 2020 ed ecco le prime indiscrezioni: «Inviterò donne che da tempo conducono battaglie per i diritti e che sono simboli dell’impegno civile trasversale: da Mara Carfagna a Paola Concia. Donne coraggiose e in prima linea». Chi ci sarà? «Chi ha voglia di aiutare gli altri. Chi partecipa non dovrà però avere pregiudizi, ma il solo obiettivo di combattere le discriminazioni. Come insegna Pasolini, non fare il bene significa peccare».

FRANCESCA PASCALE: “I VELENI ORMAI MI SCIVOLANO ADDOSSO”

Nella lunga intervista rilasciata ai microfoni de Il Messaggero, Francesca Pascale si è soffermata sullo scenario politico attuale e sul momento di Forza Italia. A suo avviso, gli azzurri stanno attraversando una fase complicata ma non bisogna dimenticare che Silvio Berlusconi «rimane l’unica speranza». Negli ultimi tempi si è parlato molto di possibili addii, ma la Pascale non ha esternato preoccupazioni: chi ha lasciato FI non ha avuto grande fortuna. Poi una battuta su quanto sia facile essere Francesca Pascale: «Sono sincera: è bello per come è cambiata la mia vita, ma non è facile. I veleni? Ormai mi scivolano addosso». E cos’è per lei l’amore? «Per me l’amore è rappresentato da quella persona, sia esso uomo o donna, di cui non si può fare a meno. Qualcosa che ti completa, che ti perdona, che sa andare anche oltre alla passione del momento. Nel mio caso è Silvio Berlusconi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA