Francesca Sofia Novello “avevo le mani deformi!”/ Ma suona il piano e incanta Sanremo

- Stella Dibenedetto

Francesca Sofia Novello, a Sanremo 2020, confessa di avere le mani deformi: poi, alo pianoforte, suona l’Ave Maria di Bach e incanta tutti.

francesca sofia novello min 640x300
Francesca Sofia Novello a Sanremo 2020 - Screenshot da video

Francesca Sofia Novello è la piacevole sorpresa della quarta serata del Festival di Sanremo 2020. Nonostante la squalifica di Bugo e Morgan che rischiava di oscurare tutti gli altri protagonisti della kermesse musicale, Francesca Sofia Novello che ha incantato tutti con i suoi bellissimi abiti, ha dimostrato di non essere solo bellissima, ma di avere anche un talento musicale che, negli ultimi anni, ha trascurato per dedicarsi ad altro. La fidanzata di Valentino Rossi, così, in piena notte, dopo l’esibizione di tutti i cantanti in gara, ha svelato un retroscena sulle sue “mani” che Amadeus ha definito “bellissime”, ma che nascondono un segreto. La Novello, infatti, ha raccontato al pubblico di Sanremo di essere nata con le “mani deformi” che, tuttavia, ha cercato dii sfruttare imparando a suonare il pianoforte. Francesca Sofia Novello, così, pur non suonando più da anni, ha regalato al pubblico l’Ave Maria di Bach.

FRANCESCA SOFIA NOVELLO INCANTA SANREMO 2020 SUONANDO IL PIANOFORTE CON LE “MANI DEFORMI”

Amadeus, dopo aver scherzato con la complicità di Francesca Sofia Novello sulla frase “del passo indietro” che ha scatenato accese polemiche, ha regalato alla fidanzata di Valentino Rossi un momento importante. Dopo averla richiamata sul palco dell’Ariston quando ormai le lancette dell’orologio segnavano le due di notte, il conduttore ha esortato la Novello a sfoggiare il suo talento musicale. “Provando, ad un certo punto, guardavo le mani molto belle di Francesca Sofia Novello e ho detto, un po’ come Cappuccetto Rosso, che mani grandi che hai” – afferma Amadeus che poi fa la prova con le sue mani. “In realtà, quando sono nata, avevo il pollice talmente lungo che arrivava quasi al mignolo. Quindi dicevano deformata, ha le mani strane e invece poi crescendo papà mi ha detto che ho le mani lunghe, da pianista e quindi mi ha iscritto ad un liceo musicale e ho suonato il pianoforte per tre anni“, spiega la Novello che aggiunge di aver voluto fare una sorpresa ad Amadeus suonando il pianoforte.



© RIPRODUZIONE RISERVATA