GABRIELLA FARINON/ Signorina Buonasera: “Io in un reality? No, non li guardo…”

- Morgan K. Barraco

Gabriella Farinon, una delle Signorine Buonasera svela alcuni particolari sul suo ruolo e sul come quelle figure fossero contemporanee.

mariolina cannuli rosanna vaudetti gabriella farinon maria giovanna elmi 640x300
Mariolina Cannuli - Rosanna Vaudetti - Gabriella Farinon - Maria Giovanna Elmi

Ospite di Diaco a Io e Te, la Signorina Buonasera Gabriella Farinon parla di televisione e anche di possibili progetti per il futuro. “Sono soddisfatta, ho fatto tante cose, cosa devo chiedere di più?” ammette, ripensando alla sia carriera. Diaco le chiede se, come alcune colleghe, le piacerebbe tornare in Tv, magari in un reality. La Farinon però nega: “I reality? Non li ho mai visti, mi dispiace. Si dovrebbe vedere tutto ma non li guardo.” Tanti, invece, sono i viaggi che vorrebbe ancora fare. “Mi piacerebbe viaggiare in Sud America, mi affascina tutto quello che non ho visto. – ammette – Forse anche il Perù. Una città italiana che amo? Spoleto”. Conclude l’intervista con un desiderio per il futuro: “Vorrei che finisse tutta questa pandemia e vorrei fare un bel viaggio!” (Aggiornamento di Anna Montesano)

Gabriella Farinon e le amiche d’infanzia…

Dopo una piccola parentesi dedicata alla sua vita privata, Gabriella Farinon torna a parlare anche delle sue amicizie e della tv: “Degli anni ho coltivato il dono dell’amicizia, a parte la mia famiglia e qualche amica di infanzia, con le mie colleghe è rimasto un bellissimo rapporto. La grande Nicoletta è quella che mi ha aiutato anche su un problema di pronuncia”. I due a questo punto si scambiano una serie di complimenti, Pierluigi Diaco è felice del rigore che un tempo la Rai metteva nello scegliere le persone come rispetto al pubblico e la Farinon rilancia: “Incontro molte persone, ho rapporti con ‘gente normale’ e apprezzano la sua trasmissione proprio perché sembra di essere tornati ai tempi della televisione bella. Non solo generosa ma dico la verità, lei sta mettendo in atto il rigore di un tempo”. Alla fine non mancano le risate pensando alla passione che ha suscitato tra gli uomini e lei ammette: “Qualche volta incontro qualcuno che ammette un debole per me e io rispondo ‘non poteva dirmelo prima’”? (Hedda Hopper)

Gabriella Farinon commossa per l’affetto di Diaco

Esordisce con il cinema e poi tanta televisione, conduttrice, annunciatrice, al Festival di Sanremo, Gabriella Farinon oggi è l’ospite di Pierluigi Diaco. Cresciuta con l’ambizione di diventare impiegata, il destino le ha aperto le porte del cinema quando un regista la nota per le strade di Roma. Anni di successo e lavoro ma con accanto la sorella e i genitori che l’hanno aiutata a crescere i suoi figli mentre in tv torna al fianco di Pippo Baudo, Mike Bongiorno e Corrado. Questo è quello che Pierluigi Diaco e i suoi giornalisti hanno detto di lei per presentarla prima di averla in studio a Io e Te mentre lei si dice commossa ed emozionata: “Io la ringrazio per l’affetto ma non mi sembra di aver fatto cose straordinarie, penso che la bellezza sia stato un valore aggiunto specie in tv, come prima immagine è legata ad un viso adatto ma con il cinema e il teatro è diverso”. Il discorso si sposta poi sulla serenità e a quel punto Gabriella Farinon ammette che è una cosa che si conquista con il tempo perché ha passato tanto tempo a stare dietro avvocati e altro e solo quando è tardi ci si accorge che quello è tempo sprecato. (Hedda Hopper)

Una carriera lunga e piena di successi ma…

Gabriella Farinon rimarrà sempre nella memoria degli italiani come una delle prime Signorine Buonasera. Le presentatrici della Rai hanno accompagnato i telespettatori lungo viaggi indimenticabili, che ancora oggi hanno il sapore di nostalgia. Originaria di Oderzo, nelle vicinanze di Treviso, la Farinon è approdata a Roma dopo essersi trasferita a Vicenza dai nonni, nel periodo della guerra. Poi è stata in Lombardia e infine nella Capitale. “Mio padre stava nella Guardia di Finanza e quindi i trasferimenti facevano parte del suo lavoro”, ha detto tempo fa a Interviste Romane. All’epoca era molto giovane, si parla della fine degli anni Cinquanta, e il suo impatto con Roma è stato più che positivo. Tanto che se ne è innamorata subito. Sono gli stessi anni in cui la Farinon è diventata per tutti Viso d’angelo, l’appellativo che le è stato dato durante la sua carriera nella Rai. “Noi rappresentavamo, rispetto alla cultura diffusa, un modo di essere donne contemporaneo e attuale”, ha detto tempo fa a Il Corriere della Sera, “nel modo di vestirci, pettinarci, rivolgerci al pubblico. A tutto il pubblico, dal Nord al Sud. In quel momento la Rai era chiamata a unificare il Paese da ogni punto di vista. Quindi abbiamo oggettivamente contribuito a un’evoluzione della donna sul piano del costume, credo”.

Gabriella Farinon, quella multa salatissima e quei tempi così lontani

Gabriella Farinon non ha mai nascosto quali fatiche abbia dovuto affrontare in qualità di Signorina Buonasera. Soprattutto perchè la Rai negli anni della sua iniziale carriera, pretendeva che tutte le presentatrici firmassero un contratto per cedere i diritti d’immagine all’azienda. “Oggi sembra impossibile”, ha detto tempo fa a Il Corriere della Sera, “ma era proprio così, c’era davvero scritto ‘proprietà della Rai’. Una volta, per una scommessa tra colleghe, chiusi i programmi indossando una parrucca nera, bionda com’ero. Mi arrivò una multa salatissima”. All’inizio però per la Farinon il lavoro in Rai non era così speciale, al pari delle sue colleghe. Tutte le Signorine Buonasera lo vedevano un lavoro come un altro, non si rendevano conto di quanto fossero importanti per il grande pubblico. “Poi, negli anni, arrivarono le copertine dei rotocalchi, le interviste”, ha aggiunto, “Per paradosso, mi accorgo più oggi della popolarità raggiunta in quegli anni”. Oggi, venerdì 14 agosto 2020, Gabriella Farinon sarà ospite di Io e te per raccontarsi e rivivere i tanti ricordi legati alla sua carriera. La presentatrice incontrerà per la prima volta il padrone di casa, che nel corso delle edizioni ha incontrato altre sue colleghe, come Maria Giovanna Elmi e Rosanna Vaudetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA