Gallinari tagliato dai Detroit!/ Ecco cosa c’è dietro la decisione dei Pistons

- Gianmarco Mannara

Danilo Gallinari è stato tagliato dal roster dei Detroit Pistons, l'ala azzurra vorrà rimanere in NBA ed ecco cosa succerà da qui in avanti al Gallo

gallinariii 640x300 gallinari italia

Arriva da oltreoceano la notizia su Danilo Gallinari, lungo che fino a poche ore fa era in forza ai Detroit Pistons e che ora invece è stato licenziato. La franchigia NBA infatti ha deciso di tagliare il suo contratto, reputato troppo oneroso per un giocatore che nelle ultime stagioni non riesce a dare continuità al suo gioco per via degli infortuni che in questi ultimi anni di carriera stanno falcidiando il ragazzo di Sant’Angelo Lodigiano. Basti pensare che la precedente stagione è stata saltata completamente da Gallinari agli Washington Wizards.

Per come è regolamentata l’NBA adesso il cestista azzurro avrà qualche giorno di tempo per fare dei colloqui con altre squadre americane, l’obiettivo infatti è di accasarsi presso un’altra franchigia altrimenti i Pistons dovranno pagare comunque il suo stipendio fino alla fine della stagione. Ovviamente questo andrebbe ad influire sul Salary Cap di Detroit e gli impedirebbe nella offseason di andare a prendere un free agent dal mercato estivo.

GALLINARI A CASA: L’IDEA DEI PISTONS…

L’idea del GM dei Detroit Pistons è abbastanza scontata: creare spazio salariare per andare a prendere in estate una guardia, magari esperta, che possa andare ad aiutare la squadra dove è più carente: ossia il tiro e la difesa perimetrale. Detroit infatti è piena zeppa di talento, con giocatori giovani e dalle belle speranze che però sono tutti dei lunghi, ossia ali e centri. Visto che Gallinari giocava come ala forte è che il suo contratto era alquanto dispendioso per le casse dei Pistons, e visto che in quel ruolo hanno giocatori ancora nel contratto da Rookie (quindi che non impatta sul Salary Cap) liberarsi del Gallo permetterebbe anche maggior minutaggio a giovani in erba.

In più Detroit in questa stagione sta facendo del tanking, ossia sfruttare la poca competitività del suo roster per perdere e magari riuscire ad ottenere una scelta alta al draft NBA di questa estate, la prima scelta in assoluto è Sarr, un’ala grande francese che adesso gioca nella G League australiana. Questo porterebbe, nel caso il sostituto di Gallinari non si rivelasse all’altezza, la prima opzione per Detroit per rinforzarsi in quel ruolo oltre alla guardia citata prima.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di NBA

Ultime notizie