Gattuso show con giornalista: “Signore? Sta in cielo”/ Video “Chiamami Rino o mister”

- Alessandro Nidi

Gennaro Gattuso, nuovo allenatore del Valencia, protagonista di un simpatico siparietto con un giornalista (video): lui lo chiama “Signore”, Ringhio “reagisce…”

gennaro gattuso
Gennaro Gattuso (LaPresse, 2021)

Gennaro Gattuso, allenatore del Valencia, ha tenuto una conferenza stampa a margine della vittoria del trofeo Naranja, conquistato per mezzo del 2-1 ai danni dell’Atalanta di Gian Piero Gasperini. L’ex tecnico di Napoli e Milan, campione del mondo da calciatore con la Nazionale italiana ai Mondiali di Germania 2006, si è reso protagonista di un simpatico siparietto con un giornalista iberico. Infatti, nel corso della chiacchierata con i professionisti della carta stampata e web, uno di loro ha esordito augurando una buona serata al “Señor Gattuso”.

A quel punto, sorridendo e interrompendo l’interrogativo del giornalista, “Ringhio” ha deciso di intervenire per fare sì che l’intervistatore cambiasse l’appellativo con il quale gli si era rivolto: “O mister o Rino, il Signore sta in cielo”, ha asserito, indicando con il dito e con gli occhi la volta celeste. Inevitabilmente, in sala si sono udite alcune risate, a dimostrazione di come l’ironia di mister Gattuso abbia già fatto breccia nel cuore dei giornalisti al seguito della compagine dei “Pipistrelli”.

GENNARO GATTUSO IRONIZZA: “NON CHIAMATEMI SIGNORE, LUI STA IN CIELO” (VIDEO)

A quel punto, sorpreso in parte dalla reazione del tecnico, il corrispondente ha dovuto ingranare la retromarcia e riformulare completamente il suo quesito per Gennaro Gattuso, seguendo le indicazioni fornitegli dall’ex centrocampista rossonero: “Mister, buonasera”. Uno sforzo che un lottatore come Gattuso, abituato a non tirare mai indietro la gamba sul manto erboso e a impegnarsi a fondo anche quando l’obiettivo pare irraggiungibile, avrà sicuramente apprezzato.

Ricordiamo che Gattuso è arrivato sulla panchina dello stadio “Mestalla” proprio nella corrente sessione di calciomercato, ponendo la propria firma in calce a un contratto che lo legherà al Valencia sino al 30 giugno 2024, dunque per le prossime due stagioni, che il tecnico di Corigliano Calabro si augura possano essere vincenti e costellate di trofei.







© RIPRODUZIONE RISERVATA