Gerry Scotti “No minori in tv a mezzanotte”/ “Ma possono guardare donne nude al pc…”

- Silvana Palazzo

Gerry Scotti contro la regola dei minori in tv: “No a mezzanotte, ma possono guardare donne nude al pc”. La polemica nella finale di Tu si que vales

cristian sabba cartonato tusiquevales 640x300
Cristian Sabba, cartonato alla proclamazione del vincitore di Tu si que vales

Piccola polemica di Gerry Scotti a Tu si que vales prima che venisse decretato il vincitore dell’ottava edizione. Allo scontro finale è arrivato anche Cristian Sabba, concorrente di soli 11 anni. Ma il ragazzino non ha potuto vivere la gioia di attendere il verdetto sul palco con gli altri finalissimi, in quanto minorenne. «Intanto cominciamo una precisazione che facciamo ogni anno quando c’è un minorenne. Non c’è il ragazzino, ma c’è suo papà con un cartonato per questa regola della televisione che adottiamo. I minori non possono essere in televisione dopo la mezzanotte», ha spiegato Gerry Scotti. Poi si è lasciato andare ad una battuta che ha fatto sorridere il pubblico, ma che è apparsa come una nota di amarezza da parte del giurato.

Gerry Scotti, polemica su regola minori in tv…

«Possono essere su Internet a guardare i film con le donne nude, ma non possono essere qui in televisione», ha dichiarato Gerry Scotti per sottolineare l’ipocrisia che si nasconde dietro tale regola. «Ci sono alcune regole che dovrebbero essere cambiate, però non le cambiano. Non si sa perché…», è intervenuta Belen Rodriguez per dire la sua. Gerry Scotti, forse consapevole del fatto che le sue dichiarazioni avrebbero potuto far rumore, ha poi fatto una piccola retromarcia: «Questo lo sappiamo già da tanti anni, è una regola e l’accettiamo tutti…». Di fatto non è questa la prima occasione in cui se ne parla, ma di fatto, proprio come evidenziato dalla showgirl argentina, nulla è cambiato finora in televisione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA