Giorgio Alfieri/ “Non è vero che ho pensato al suicidio: amo la vita” (Vieni da me)

- Dario D'Angelo

Giorgio Alfieri ospite di Caterina Balivo a Vieni da me:”Non è vero che ho pensato al suicidio: con o senza beni materiali amo la vita”.

giorgio alfieri 2019 vieni da me
Giorgio Alfieri, Vieni da me

Una bella intervista quella concessa da Giorgio Alfieri a Caterina Balivo nella puntata di oggi di Vieni da me. L’ex tronista di Uomini e donne ha aperto il suo cuore alla conduttrice per raccontare i momenti di grande difficoltà attraversati dopo l’ondata di successo che lo ha travolto dopo il reality “Campioni” e soprattutto dopo il programma di Maria De Filippi. Giorgio non ha fatto mistero che le difficoltà economiche che si è trovato a dover affrontare sono state oggetto di discussione anche con Asia, la bambina nata dal suo amore con l’ex moglie Martina Luciani:”Ne parliamo apertamente, le ha vissute con me, ma lei non si cura molto di queste cose. Magari lei ha 7 case delle Barbie, poi chiede l’ottava e se io non posso comprarla le dico ‘costruiamola insieme’. Faccio un po’ come Roberto Benigni nel film “La vita è bella”. Lei è la mia forza”.

GIORGIO ALFIERI A VIENI DA ME

Giorgio Alfieri ospite di Caterina Balivo a Vieni da me. Parliamo di un ex tronista di Uomini e Donne nonché protagonista di “Campioni, il sogno”, il primo fortunato reality show dedicato al mondo del calcio. Lui racconta:”Quello è stato un motivo per rituffarmi nel mondo del calcio che era il mio sogno: al Cervia ho passato due anni indimenticabili. Non ho brillato nel professionismo, quando sono arrivato lì la Romagna oltre al mare offre anche tante opportunità di svago. Non tornavo mai prima delle 5, mi sono appassionato ad altri sport!”. Si parla poi dell’esperienza a Uomini e Donne e dell’amore con Martina:”Io l’ho scelta appena l’ho vista, è stato amore a prima vista, un amore bello, passionale.In quel momento non mi mancava niente. Io ho guadagnato tanto in quel periodo, ho goduto di orologi, macchine sportive, viaggi, vacanze. Sapevo che quei soldi facili non era scontato averli ma in quel momento ti senti invincibile, pensi non finisca mai, poi il successo ti travolge, è come uno tsunami, ci surfi quasi”.

GIORGIO ALFIERI: “NON E’ VERO CHE HO PENSATO AL SUICIDIO”

Giorgio Alfieri si apre a Caterina Balivo:”La mia vita cambia non appena si svuota casa, mi lascio con Martina e perdo anche Asia. Ho iniziato a mancare di attenzioni, non nei suoi confronti: io litigavo per vederla di più, anche se siamo tutti e due a Roma siamo divisi dal Grande Raccordo anulare, poi la scuola, le leggi…Io poi ho iniziato a collaborare con Roberto Cenci, solo che nella vita privata le cose non andavano bene, questa cosa mi ha destabilizzato anche se da solo sto bene però senza il cuore non si vive. Stavo male perché ogni giorno che passa senza starci insieme è un giorno che non recupererai mai. Dopo arriva il problema con il fisco: non potevo essere più pagato perché i soldi dovevano essere usati per pagare i debiti. I soldi secondo me vanno fatti piano piano, ad un ragazzo di 23 anni certe cifre…io facevo serate, sponsorizzazioni, copertine..Insomma, a 37 anni sono tornato a vivere dai miei: ti accorgi che in quei momenti gli unici che ti rimangono vicini sono quelli della famiglia. Ne approfitto per dirgli che gli voglio bene, perché non ci riesco mai”. Poi una domanda molto delicata Se ho pensato di farla finita? Non è vero quello che hanno scritto, io amo la vita, con o senza beni materiali. Per questo ho avuto sempre le mani bucate”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA