Grand Tour, Lorella Cuccarini/ Anticipazioni 2a puntata: tra Monte Rosa e confine

- Valentina Gambino

Grand Tour torna stasera, martedì 13 agosto 2019, per recuperare la puntata saltata la scorsa settimana: ecco tutte le anticipazioni dell’appuntamento di Rai1.

lorella cuccarini instagram 2018 640x300
Lorella Cuccarini

Grand Tour torna stasera, martedì 13 agosto 2019, per recuperare la puntata saltata la scorsa settimana. Ed infatti, per dare spazio allo speciale TG1 dedicato alla crisi di governo, Lorella Cuccarini e Angelo Mellone hanno dovuto farsi da parte per mettere in risalto l’attuale condizione politica. Stasera invece, si recupera l’appuntamento ed anche venerdì verrà mandata in onda la terza puntata, dedicata alle bellezze del trentino. Da Genova al Monte Rosa, dal mare della Liguria al ghiacciaio alpino del Belvedere, nel territorio di Macugnaga, proprio sul grandioso versante est del massiccio del Monte Rosa: questo l’inedito viaggio a partire dalle 21.25. Il tema di questa puntata sarà l’ascesa, con un cammino che si snoda dal porto di Genova alle vette del Monte Rosa, lo straordinario confine tra Italia e Svizzera. Il percorso di Lorella, Angelo e Peppone non sarà però solamente geografico ed orografico, ma concepirà anche una imponente crescita interiore, vero e prezioso bagaglio di ogni viaggio: non solo scrutare nuovi posti nel mondo, ma percepirli con occhi nuovi.

Grand Tour, anticipazioni seconda puntata: il viaggio di Lorella Cuccarini….

Dopo l’arrivo comune a Genova in veliero, ciascuno dei protagonisti proverà ad intraprendere la sua via per giungere in alto: dal mitico violino “Cannone”, il prediletto da Niccolò Paganini, salvaguardato a Palazzo Tursi, agli imperscrutabili eventi legati al compositore Giovanni Battista Viotti a Fontanetto Po, alle magiche ambientazioni di Isola Bella nel Lago Maggiore, Lorella Cuccarini compirà il suo viaggio all’insegna delle suggestioni offerte dall’arte e dalla musica. Per Angelo invece, il viaggio a contatto con la natura sarà molto forte. Dalla cornice dei maestosi scenari della Val d’Ossola, arriverà alla cascata naturale del Toce, scenografico salto d’acqua di 143 metri, poi alla diga del Cingino. Qui, dopo un movimentato passaggio al buio nelle condotte, scortato da un esperto, assisterà ad uno spettacolo memorabile, quello degli stambecchi che, a 2230 metri di altitudine, leccano il sale a 90 gradi di pendenza. Al termine, entrambi ritroveranno l’amico Peppone, rimasto nell’altopiano delle malghe tra sonorità tipiche e buon cibo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA