Griglia di partenza Formula 1/ Gp Monaco: per Hamilton è la pole position numero 86

- Mauro Mantegazza

Griglia di partenza Formula 1 per il Gp Monaco 2019 a Montecarlo: la lotta per la pole position sarà fondamentale sul circuito del Principato

montecarlo formula 1
Griglia di partenza Formula 1 - LaPresse

Lewis Hamilton scatterà dalla pole position sulla griglia di partenza del Gp Monaco 2019: il mondo della Formula 1 continua a registrare la leadership del pilota britannico nella classifica di pole. Sul tracciato di Montecarlo Hamilton scatterà davanti per l’86esima volta: un record assoluto che lo porta a +18 su Michael Schumacher, e a dominare la graduatoria. Il secondo pilota in attività con più pole position rimane Sebastian Vettel, che sitrova a quota 55: il tedesco della Ferrari tuttavia continua a perdere colpi, quest’anno non è ancora riuscito a ottenere una pole position e di conseguenza sarà dura per lui andare a riprendere il grande rivale. Dobbiamo poi arrivare alle 18 pole di Kimi Raikkonen per trovare il terzo pilota in attività; René Arnoux invece rimane il pilota con più partenze dalla prima posizione sulla griglia senza aver vinto un titolo Mondiale, mentre il secondo miglior britannico alle spalle di Hamilton è Jim Clark, con 33 pole position. (agg. di Claudio Franceschini)

GRIGLIA DI PARTENZA FORMULA 1: CHANCE PER VERSTAPPEN

Max Verstappen della Red Bull partirà dalla terza casella della griglia di partenza della Formula 1. Il pilota ha ottenuto un ottimo tempo che lo pone come unica alternativa credibile alle Mercedes. Nelle prime due posizioni infatti vedremo i soliti Lewis Hamilton e Valterri Bottas. Il pilota olandese classe 1997 ha vissuto fino a questo momento una stagione piuttosto positiva, raggiungendo per due volte, in Olanda e Spagna, il terzo gradino del podio. Nelle altre tre gare invece non è riuscito a salire sul podio, ma è comunque stato in grado di raggiungere il quarto posto. Un percorso il suo portato a crescere anno dopo anno e che vorrebbe vederlo salire rispetto al quarto posto generale della scorsa stagione. Sicuramente per Max Verstappen sarà una gara che difficilmente porterà alla vittoria, ma che potrà regalargli un altro podio con la possibilità di raggiungere dei risultati comunque di assoluto livello. Il pilota però non ha assolutamente voglia di dimenticare la possibilità di sognare, il primo posto è in fondo a non molti passi dal diventare realtà. (agg. di Matteo Fantozzi)

POLE PER HAMILTON

Lewis Hamilton ha conquistato la pole position a Montecarlo e di conseguenza partirà davanti a tutti sulla griglia di partenza Formula 1 per il Gp Monaco 2019 che si correrà domani pomeriggio sulle affascinanti stradine del Principato. Tempo di 1’10”166 per il campione del Mondo in carica, che precede di 86 millesimi il compagno di squadra Valtteri Bottas per l’ennesima prima fila tutta Mercedes. Una griglia di partenza che pone per Stoccarda le premesse di quella che sarebbe in gara la sesta doppietta su altrettanti Gran Premi, se Hamilton e Bottas si confermeranno anche domani. Una pole position più speciale di tante altre per Hamilton, che incredibilmente a Montecarlo ne aveva ottenuta una sola in tutta la carriera e che dedicherà a Niki Lauda. In seconda fila, terzo posto per la Red Bull di Max Verstappen, che ha preceduto la Ferrari di Sebastian Vettel, il quale dovrà dunque prendere il via da una scomoda quarta casella sulla griglia di partenza. La notizia più clamorosa però naturalmente è l’eliminazione di Charles Leclerc già nel Q1, con il pilota monegasco della Ferrari condannato ad accontentarsi di un pessimo piazzamento proprio a Montecarlo, sua gara di casa e soprattutto circuito sul quale sorpassare è una impresa quasi impossibile. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza) CLICCA QUI PER LA GRIGLIA DI PARTENZA FORMULA 1 DEL GP MONACO 2019 A MONTECARLO

L’ANNO SCORSO

In attesa di scoprire come si comporrà la griglia di partenza Formula 1 a Montecarlo, possiamo ricordare che cosa era successo un anno fa nel sabato del Gp Monaco. Come abbiamo già accennato, fu Daniel Ricciardo a conquistare la pole position e poi a confermare che scattare davanti a tutti sulla griglia di partenza è fondamentale a Montecarlo. Infatti in gara la Red Bull di Ricciardo ebbe alcuni problemi al motore, ma Daniel riuscì comunque a tenersi dietro tutti gli avversari, festeggiando così una vittoria di grande prestigio. In effetti proprio questo è il grande problema di Montecarlo, tanto spettacolare al sabato quanto a rischio noia la domenica: sulla prima fila della griglia di partenza al fianco di Ricciardo si schierò la Ferrari di Sebastian Vettel, poi secondo anche al traguardo. Terzo in griglia e terzo anche all’arrivo Lewis Hamilton, quarto Kimi Raikkonen, quinto Valtteri Bottas e sesto Esteban Ocon, addirittura le prime sei posizioni furono tutte identiche tra la griglia di partenza e l’ordine d’arrivo. Poco altro da aggiungere: il grande spettacolo sarà oggi… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GRIGLIA DI PARTENZA FORMULA 1: IL BILANCIO DEL 2019

Fra poche ore scopriremo la griglia di partenza della Formula 1 per il Gran Premio di Monaco 2019, il sesto atto della stagione della Formula 1. Siamo a Montecarlo e naturalmente sul circuito cittadino del Principato partire davanti è fondamentale, perché in gara salvo imprevisti sorpassare è praticamente impossibile. In compenso, la lotta per le migliori posizioni sulla griglia di partenza di Formula 1 è sempre bellissima, perché a Montecarlo il limite tra l’impresa e l’errore è più sottile che altrove. Dando uno sguardo ai numeri della stagione, quest’anno il sabato non sempre ha rispecchiato quanto poi si sarebbe verificato in gara, tanto che una sola volta su cinque Gp chi è partito in pole position ha poi conquistato anche la vittoria. Dunque il 2019 sta regalando finora incertezze sulla griglia di partenza Formula 1, perché in Australia avevamo avuto la pole position di Lewis Hamilton davanti a Valtteri Bottas, ma in gara si invertirono le posizioni dei due piloti Mercedes. Ancora più evidenti i cambiamenti tra il sabato e la domenica in Bahrain: alla trionfale prima fila tutta Ferrari, con la prima pole position in carriera di Charles Leclerc davanti a Sebastian Vettel, ha fatto seguito una doppietta Mercedes, a causa soprattutto dei problemi della Rossa. In Cina invece situazione molto simile all’Australia, ma a parti invertite in casa Mercedes: pole position di Bottas davanti a Hamilton, poi vittoria dell’inglese davanti al finlandese. Solo in Azerbaigian ha vinto chi era scattato davanti a tutti sulla griglia di partenza, impresa riuscita a un Bottas che quest’anno non sembra avere alcuna intenzione di fare da semplice scudiero per Hamilton. In Spagna però abbiamo avuto la replica di Shanghai, con la pole di Bottas seguita dalla vittoria di Hamilton.

GRIGLIA DI PARTENZA FORMULA 1: I NUMERI RECENTI

Facendo un passo indietro, ricordiamo che cosa ci aveva detto il Mondiale 2018 per quanto riguarda le pole position della Formula 1. Le prime posizioni della griglia di partenza erano anche allora un affare quasi sempre riservato a Mercedes e Ferrari, con la Rossa che almeno fino a Monza aveva saputo spesso battere anche sul giro secco le monoposto di Stoccarda, a differenza di quanto era successo negli anni precedenti. La pole position di Kimi Raikkonen in Italia tuttavia si rivelò con il senno di poi un’illusione per il grande popolo della Ferrari e l’ultima partenza davanti a tutti per il Cavallino Rampante, che in precedenza aveva ottenuto altre cinque pole position, tutte con Sebastian Vettel. Fu comunque la Mercedes l’assoluta dominatrice della griglia di partenza, soprattutto grazie alla impetuosa crescita nella seconda metà della stagione. Due pole position per Valtteri Bottas in Austria e in Russia, mentre Lewis Hamilton era partito davanti a tutti in ben undici occasioni, delle quali sette dall’Ungheria in poi, periodo nel quale invece Vettel non è più partito in pole, l’ultima ad Hockenheim. Spicca dunque l’inversione di forze in casa Mercedes al sabato, con Bottas adesso avanti 3-1, ma ricordiamo pure che l’anno scorso fu Daniel Ricciardo a partire davanti a Montecarlo e poi a prendersi la vittoria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA