Guardiola allenatore Juventus?/ Dalla Francia: “No del tecnico a offerta monstre”

- Fabio Belli

Pep Guardiola nuovo allenatore della Juventus? No, arriva la smentita del tecnico del Manchester City: le ultime notizie

guardiola juventus
Pep Guardiola (La Presse)

No di Pep Guardiola alla Juventus: altro retroscena sul tecnico del Manchester City e sul sogno bianconero. Si moltiplicano le voci sul catalano, ma Eurosport Francia delinea uno scenario ancora diverso rispetto a quelli già citati: secondo il portale transalpino l’ex tecnico del Barcellona avrebbe declinato un’offerta monstre della Vecchia Signora da 20 milioni di euro a stagione. Un rifiuto legato alla sua volontà di voler restare in Premier League. Ecco il giudizio di Maurizio Biscardi a Radio Sportiva: «Credo che ci possano essere degli intoppi in senso procedurale. Non sarei sorpreso se tra i due litiganti godesse il terzo. Se non fosse Guardiola, andrei a capire perché è uscito il suo nome per tanto tempo, perché stiamo parlando di oscillazioni di borsa notevoli». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

LE PAROLE DI CRISTINA CUBERO

Pep Guardiola non sarà l’allenatore della Juventus della prossima stagione: a ribadirlo è stato il tecnico del Manchester City nelle scorse ore. Ma non è da escludere che torni di moda per il futuro, ecco le parole della giornalista di Mundo Deportivo Cristina Cubero a Radio Bianconera: «Noi siamo il secondo giornale sportivo più antico del mondo, tutto quello che scriviamo è vero. Guardiola è in vacanza qui in Catalogna, sapete che suo fratello è uno dei proprietari del Girona e lui passa sempre due settimane di vacanza lì. Guardiola ha detto che lui rimarrà per due anni ancora al Manchester City, che è quello che avevamo scritto anche noi quando si era parlato del suo arrivo alla Juventus. Abbiamo sempre detto che i contatti sono veri, ma Guardiola ha detto no in questo momento. Voleva rimanere a Manchester per chiudere il cerchio con il City». Prosegue la giornalista, come riporta Tutto Juve: «Il City non è una squadra normale per Guardiola, Soriano e Begiristain sono due grandi amici dell’allenatore. Guardiola rimarrà per due anni al City e poi dopo sarà allenatore della Juventus. Quest’anno ha vinto tutto in Inghilterra, non è andato bene in Champions, ma il resto lo ha vinto tutto. Lui più che vincere la Champions vuole lasciare il suo modello di calcio nella Premier. Ha detto che voleva vincere i quattro grandi campionati nel mondo, gli manca solo la Serie A. Lui è molto legato all’Italia, ci ha giocato, parla un buonissimo italiano. Sarebbe una rivoluzione per il calcio italiano l’arrivo di un allenatore come lui». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

SOGNI INFRANTI DALLE SUE PAROLE. E ARTETA…

E’ grande il rammarico per i tifosi della Juventus, a questo punto rassegnati a non vedere Pep Guardiola sulla loro panchina, dopo che il tecnico ha dichiarato di essere intenzionato a rimanere per altri due anni alla guida del Manchester City smentendo anche chi parlava per lui di un anno sabbatico. Dunque i bianconeri dovranno fare a meno della professionalità quasi maniacale di Pep, un genio del pallone che al suo mestiere si dona anima e corpo, come ha avuto modo di sottolineare il suo vice, Mikel Arteta. Sentito da Marca, l’ex centrocampista ha spiegato:”Con Pep è una sfida quotidiana, lui è super esigente con se stesso e chi lo circonda deve sempre pensare a migliorare. Non riposa mai… La gente dice che Pep è un genio, ma io preferisco definirlo un lavoratore instancabile. Il primo contatto è intorno alle 8.30 al mattino, l’ultimo può essere a mezzanotte… Questa professione è passione. In una squadra ci sono molti problemi da risolvere…Non ci sono orari”. (agg. di Dario D’Angelo)

GUARDIOLA: “SE NON MI CACCIANO RESTO AL CITY”

Se non è questa la fine della telenovela Pep Guardiola nuovo allenatore della Juventus poco ci manca. Il catalano ha infatti allontanato ogni ipotesi di addio dal Manchester City: e a meno che non sia una clamorosa operazione di pre-tattica ci troviamo dinanzi ad una dichiarazione che rischia di mandare in soffitta tutte le speranze dei tifosi bianconeri. Come riportato da calciomercato.com, infatti, il catalano a margine del ​Costa Brava Legends Trophy by MarathonBet 2019 ha dichiarato:”​Ho altri due anni di contratto. Non prendo anni sabbatici, le notizie escono, si copiano e non si verificano. Ho due anni di contratto e, se non mi mandano via, resterò al Manchester City”. Smentite dunque due notizie: la prima, quella di un anno sabbatico, pubblicata in prima pagina dal tabloid “Star”; la seconda, quella che più riguarda il calcio italiano, riguardante un addio al Manchester City direzione Juventus. (agg. di Dario D’Angelo)

GUARDIOLA E LA SITUAZIONE CHAMPIONS LEAGUE

I tifosi della Juventus che sognano Pep Guardiola come nuovo allenatore continuano a sperare, alimentati da una notizia di poco fa che arriva dal Sun: il ricorso che il Manchester City ha già presentato non avrebbe effetto sulla sanzione che la UEFA applicherà alla società inglese, a causa della violazione delle norme sul Fair Play Finanziario in una vicenda risalente al 2014. Una portavoce del Tribunale Arbitrale di Losanna ha dichiarato che “sono in corso i procedimenti del TAS, mentre non è prevista una sospensione dell’attività della UEFA”. Significa che i cinque giudici che compongono la Camera del Financial Control Body possono ancora escludere il Manchester City dalla prossima Champions League: uno scenario che naturalmente spingerebbe Guardiola lontano dall’Etihad. Resta da capire se la destinazione sarà la Juventus, e se il catalano innanzitutto lascerà: secondo le nostre indiscrezioni pare di sì. Il problema è che le udienze che riguardano i Citizens non sono previste entro il 14 agosto, il che porterebbe ad una squadra “salva” a meno di procedimenti d’urgenza: chiaro che anche Pep, nel dubbio di non essere in Champions League, se ne sarebbe andato prima così come la Juventus – almeno è questo che sperano i tifosi, e che gli addetti ai lavori si aspettano – avrà a quel punto già annunciato il suo nuovo allenatore. (agg. di Claudio Franceschini)

GUARDIOLA ALLENATORE JUVENTUS? LE PAROLE DI MATTIOLI

Secondo Mario Mattioli, giornalista della Rai, Pep Guardiola è prossimo a diventare l’allenatore della Juventus: in una lunga intervista concessa a TuttoJuve.com, che qui riassumiamo, emerge di come lo stesso Mattioli avesse già raccontato un mese fa di un contatto tra Andrea Agnelli e il tecnico spagnolo, una telefonata nella quale il presidente bianconero avrebbe rincuorato Guardiola per l’eliminazione del Manchester City dalla Champions League ma avrebbe iniziato a lavorare per portarlo alla Continassa. “Un signore molto vicino ad Agnelli mi ha detto che ormai dovremmo esserci”: notizia che secondo Mattioli “va interpretata”, mentre sono chiare le parole sulla pista che porta a Maurizio Sarri, definita “falsa” e “depistaggio” dal giornalista che rimarca come ogni giorno la deadline e l’annuncio si spostino sempre più in là, senza però che accada qualcosa di concreto e definitivo. “Nessuno ha risposto alle mie domande in merito e nessuno sembra intenzionato a farlo”: insomma, secondo Mattioli è Guardiola l’allenatore che sta per arrivare alla Juventus, non resta che aspettare come tutti i tifosi bianconeri stanno facendo ormai da tempo… (agg. di Claudio Franceschini)

LE VOCI DALL’INGHILTERRA

Pep Guardiola vuole lasciare il Manchester City: questa l’indiscrezione che arriva dai tabloid inglesi, in particolare Star Sport e Mirror Sport. La Juventus, come sappiamo, segue con interesse questa vicenda: ancora nei giorni scorsi abbiamo raccontato di un accordo che sarebbe già in essere, e “congelato” in attesa che si definiscano alcune situazioni. Per esempio, appunto, la decisione della società inglese che nel caso dovrebbe liberare il suo allenatore e permettergli di raggiungere la squadra bianconera. Così, mentre la vicenda legata a Maurizio Sarri procede, dall’Inghilterra arrivano voci circa un Guardiola stressato dalle pressioni. Esattamente quello che era successo nella sua Barcellona, lasciata dopo soli quattro anni e avendo vinto tutto: ecco, anche in questo caso si fa riferimento ad un addio che si consumerebbe nella prossima stagione, e dunque il catalano arriverebbe ad un quadriennio anche sulla panchina del Manchester City. Tuttavia le possibili sanzioni della UEFA sulle irregolarità del passato potrebbero realmente togliere agli Sky Blues il loro allenatore in tempi brevi: la Juventus rimane alla finestra e attende… (agg. di Claudio Franceschini)

IL TITOLO VOLA IN BORSA

In attesa di capire se realmente Pep Guardiola sbarcherà o meno nella Juventus, il titolo del club bianconero vola in Borsa. Come sottolineato dai colleghi della redazione di Goal.com, nell’ultimo mese, da quando praticamente Massimiliano Allegri ha annunciato il suo addio alla Vecchia Signora, il valore del titolo è cresciuto di circa il 28%, fra i migliori trend dell’intero mercato finanziario italiano. Anche ieri le azioni della Juventus hanno chiuso in rialzo, con un più 1.73%, chiaro indizio di quanto le voci che si rincorrono sulla panchina, stiano giovando ai campioni d’Italia in carica dal punto di vista economico. A tutt’oggi, 12 giugno 2019, è molto complicato dire quale sarà il prossimo allenatore della Juventus, visto che da una parte c’è il partito pro-Guardiola, convinto che alla fine il tecnico catalano, nonostante dichiarazioni, sia pronto a sbarcare a Torino. Dall’altra quello pro-Sarri, sicuro che sarà l’ex Napoli la prossima guida Juventus. In queste ultime ore sta poi nascendo un terzo partito, quello del “mister X”, ovvero, di un allenatore diverso dai due elencati sopra. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

GUARDIOLA ALLENATORE JUVENTUS? “PENSA AD UN ANNO SABBATICO”

Anche in Inghilterra iniziano a trattare seriamente il futuro di Guardiola, che continua ad essere la prima scelta della Juventus per la prossima stagione. Stamattina il tabloid “Star”, ha dedicato la prima pagina dello sport proprio al tecnico catalano, con il titolo “Il break di Pep dal City”. Secondo quanto raccolto dai colleghi della stampa britannica, l’allenatore più desiderato dalla Juventus starebbe pensando di prendersi un anno sabbatico, così come già fatto in passato dopo l’esperienza al Barcellona. Così si legge nell’articolo dedicato: «Sta pensando alla prossima pausa dal calcio. Guardiola ha detto alle persone a lui vicine che la scorsa stagione è stata troppo stressante e che sta pensando di prendersi un periodo di stop per rilasciare la tensione. Una fonte ha rivelato: “Pep investe molte energie emozionali nel suo lavoro. Non si ferma mai, ma questo è un costo per la sua vita e così ha bisogno di uno stop. E’ inevitabile”». Forse la Juventus sta “giocando” proprio su questa situazione, provando a convincere Guardiola a prendersi una pausa ma semplicemente cambiando ambiente e squadra, e passando dal Manchester City alla Signora. Tra l’altro, in base a quanto raccolto dal Sun, l’idea Maurizio Sarri si starebbe lentamente allontanando, visto che il Chelsea starebbe pensando di trattenere il tecnico toscano a Londra. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

GUARDIOLA ALLENATORE JUVENTUS?

C’è ancora una grande fetta di tifosi juventini che sperano in Pep Guardiola come nuovo allenatore della Juventus. Nonostante la maggioranza di giornalisti ed analisti di mercato stiano indicando Maurizio Sarri sempre con maggiore convinzione come nuovo allenatore dello Scudetto, c’è ancora chi pensa che l’ex tecnico del Napoli possa rappresentare un credibile depistaggio prima dell’affare dell’anno. Ma tra gli scettici ha rilasciato dichiarazioni perentorie Fulvio Collovati, ex difensore della Nazionale e da anni opinionista calcistico televisivo, che ai microfoni di TMW Radio si è detto certo della possibilità che sia Maurizio Sarri il nuovo allenatore della Juventus: “Sarri alla Juventus? Da quanto mi risulta, mi sembra scontato che arrivi. Il ritardo è dovuto alla trattativa, ma non ci sono altri affari ancora in piedi. Pochettino o Guardiola alla Juventus? No, non sono nomi reali. Alla Juventus approderà sicuramente Maurizio Sarri”. Un’altra voce che si unisce a quelle che indicano Guardiola lontano dalla possibilità di approdare in bianconero: l’attuale tecnico del Manchester City è anche frenato da un’operazione economica che sarebbe onerosissima per la Juventus, anche se alcune indiscrezioni parlano dei bianconeri pronti a fare faville per scrivere un finale a sorpresa in questa storia.

GUARDIOLA NUOVO ALLENATORE JUVENTUS? LA RISPOSTA DI PEP AD AGNELLI…

L’offerta a Guardiola sarebbe stata effettivamente recapitata e, secondo quanto riportato da Eurosport Francia, sarebbe stata da capogiro. 20 milioni di euro per portare Pep all’Allianz Stadium, ingaggio annuale ovviamente, nulla da invidiare allo stipendio degli sceicchi. Ma sempre secondo il portale transalpino, l’allenatore catalano avrebbe ufficialmente declinato l’invito. Racconta Eurosport: “Il grande sogno di Andrea Agnelli, il presidente del club di Torino, è sempre stato Pep Guardiola. Questa possibilità, che ha fatto tanto parlare in Italia, è stata infatti perseguita con grande determinazione dalla dirigenza della Juventus. Secondo le nostre informazioni, l’ex allenatore del Barça ha ricevuto una proposta di stipendio di oltre 20 milioni di euro. Venuti a conoscenza della possibile partenza del loro allenatore, diversi giocatori del Manchester City hanno manifestato grande preoccupazione. Ma Pep Guardiola, il cui telefono non ha mai smesso di squillare poco dopo la diffusione delle prime voci, li ha rassicurati confermando che non avrebbe accettato l’offerta della Juve. Come ha recentemente spiegato, il suo desiderio era di rimanere in Premier League. E dopo le parole è passato ai fatti, declinando la proposta bianconera.” Anche secondo Eurosport Francia è Maurizio Sarri ad essere destinato alla panchina juventina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA