GOOGLE HOME IN ITALIA/ L’assistente intelligente sarà un successo: lo rivela una ricerca

- Davide Giancristofaro Alberti

Google Home arriva in Italia, l’assistente intelligente è realtà: i Simpson l’avevano predetto tempo fa. In una puntata della 13esima stagione, la nota serie tv americana…

google_home_2018
Google Home

Il prossimo 27 marzo sbarcherà in Italia Google Home, l’assistente intelligente firmato Google, che permetterà a chi lo acquista di essere appunto “assistito” in svariate operazioni quotidiane. Il nuovo gadget di BigG svolge infatti diverse funzioni, come ad esempio controllare la temperatura e le condizioni meteo, controllare gli orari dei mezzi pubblici, far partire una canzone sulla playlist di Spotify e molto altro. Molti quelli convinti che Google Home avrà successo in Italia, come evidenziato anche da una recente ricerca effettuata da Find in collaborazione con Duepuntozero Doxa, secondo cui 3 italiani su 4 aspettano con ansia l’arrivo di un assistente intelligente nel Bel Paese. In base a quanto emerso da questo sondaggio, il 60% di coloro che sono interessati all’acquisto di uno smart speaker, vorrebbero acquistarlo in particolare per controllare con la voce i sistemi di domotica connessi alla casa. Il 49%, invece, è interessato all’ascolto di notizie nonché alle funzioni musicali, mentre il 42% lo userebbe per ricerche online. Infine c’è un 40% di intervistati che sfrutterebbe Google Home o chi per lui per farsi aiutare in cucina. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

I SIMPSON L’AVEVANO PREDETTO…

Sarà disponibile fra pochi giorni, precisamente il 27 marzo, Google Home. Per quei pochi o forse tanti che ancora non sanno di cosa si tratti, è un assistente intelligente, una sorta di “robot” con cui è possibile dialogare attraverso i comandi vocali, e che svolge diverse funzioni come quella di accendere la musica, controllare le previsioni meteo, aggiornare sugli orari dei treni e degli aerei, ed altre chicche. Uno strumento tecnologico che fa tornare alla mente un famoso episodio della nota saga di cartoni I Simpson, precisamente il primo della 13esima stagione, dal titolo “Robot dolce casa”. In quella puntata il povero Homer penserà di godersi un gigantesco robot di casa (quello di Google è decisamente più piccolo), per poi capire che a poco a poco lo stesso prenderà il sopravvento sulla sua vita, rischiando anche la morte. Se siete dei navigatori della rete esperti, nonché degli amanti della nota serie tv, saprete benissimo che spesso e volentieri i Simpson hanno anticipato diversi fatti poi accaduti realmente, come ad esempio l’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti, predetta ben diversi anni prima. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

LA VERSIONE MINI

Il Google Home presentato oggi e finalmente disponibile anche in Italia è sicuramente un pezzo di alta tecnologia venduto a cifre non così esagerate. Esiste anche una versione Mini per chi ha meno esigenze e magari anche risorse economiche leggermente inferiori visto che la differenza è attorno ai cento euro. La differenza vera e propria tra i due dispositivi è la resa audio, che ovviamente nel piccolo altoparlante del mini è decisamente meno performante. Le funzionalità sono le stesse tanto che l’Assistant è identico. Per funzionare il Google Home Mini ha bisogno come la versione avanzata di una presa di corrente e una rete wifi a cui collegarsi oltre ovviametne a uno smartphone che possa dargli le istruzioni per la configurazione. Un perfetto abbinamento di soluzioni che permette all’utente di avere a disposizioni funzionalità interessanti e che possano rendere tutto più semplice e immediato grazie all’uso appunto del dispositivo mobile sempre in tasca. E’ proprio il caso di dirlo, il futuro è oggi. (agg. di Matteo Fantozzi)

UN ASSISTENTE MOLTO INTELLIGENTE

E’ stato presentato ufficialmente oggi Google Home. Si tratta dell’ultimo gioiello tecnologico sfornato da BigG, un assistente molto intelligente che vi aiuterà in alcune pratiche quotidiane. Google Home, che all’apparenza può sembrare un vaso o un moderno oggetto di design, è una sorta di altoparlante con cui potrete dialogare tramite comandi vocali. In poche parole, potrete chiedergli di riprodurre una determinata canzone attraverso l’applicazione Spotify o Google Play; potrete informarvi sulle condizioni meteo esterne, se il vostro volo o treno è in orario o porta ritardo, potrete chiedergli di leggere per voi le principali notizie del giorno, o anche di tradurvi una frase in svariate lingue. Google Home è quindi il classico assistente tecnologico che spesso e volentieri abbiamo visto nei film ambientati però in un futuro lontano.

IL COSTO E LE CARATTERISTICHE

Sbarcato in Italia, saranno due le versioni disponibili, quella mini, che sembra un semplice altoparlante, e che costerà 59 euro, e quella Max da 149 euro. Fra le caratteristiche di Google Home, il fatto che riconosce fino a cinque voci diverse, di modo che lo stesso non faccia confusione fra i vari membri della famiglia. Delle ulteriori funzionalità del nuovo aggeggio, ne ha parlato Suveer Kothari, 37enne inglese vice presidente di Google: «Si possono gestire gli apparecchi smart della casa – le parole a La Repubblica – come lampadine connesse o come Chromecast per avviare un video di YouTube o Netflix sulla Tv semplicemente con un comando vocale». Kothari è fiducioso che in Italia il prodotto possa funzionare: «L’Italia è il settimo Paese nel quale esce Google Home. Sappiamo cosa gli italiani chiedono al nostro motore di ricerca sul web, abbiamo fatto esperienza e per questo siamo i primi ad esser riusciti a lanciare un prodotto del genere in italiano».





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori