Kua Kua/ Una chat per complimenti a pagamento, ma l’autostima non si compra

- Paolo Vites

In Cina l’ultima moda sono i gruppi di elogiatori a pagamento sul web, per persone che si sentono depresse

whatspp logo 2018
WhatsApp

Autostima, necessaria per vivere. Ne manca sempre di più in un mondo dove nel lavoro non esiste più alcuna regola morale, ma solo abbrutimento e sfruttamento. Lo stesso succede anche nello studio. E’ tale il bisogno di ricevere qualche complimento, qualche parola di elogio che i cinesi sono disposti anche a comprarla. E’ così ancora una volta si fa riferimento al web, il mondo virtuale dove è possibile comprare di tutto, illudendosi e sognando di essere accontentati. Una tristissima risorsa che non ha nulla di reale, come il sesso a pagamento.

IL GRUPPO DI ELOGIATORI

Su WeChat la versione cinese di WhatsApp, ha fatto l’esordio un gruppo a pagamento, dai 5 ai 25 euro, chiamato “Kua kua qun” che significa più o meno “gruppo di lode”. Iscrivendosi si ha diritto a degli elogiatori anonimi, che crescono di numero a seconda di quanto si paga: si dice per cosa si sta male, ad esempio le difficoltà con l’altro sesso o il lavoro che non si trova, e partono banalissimi e apparentemente appaganti messaggi tutti uguali, si legge oggi su Repubblica: “Abbi fiducia in te stesso”; “Sei fantastico, continua così”; “Quello che hai fatto finora è già incredibile”; “Molto carino quel cappello”. Tutto molto patetico, ma a giudicare dal numero dei gruppi che vengono aperti, i cinesi sono soddisfatti. Tanto che per ringraziare sono disponibile delle buste rosse virtuali dove infilare una mancia reale in soldi. Insomma basta pagare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA