India, 74enne partorisce due gemelle/ E’ la mamma indiana più anziana di sempre

- Davide Giancristofaro Alberti

India, 74enne partorisce due gemelline stabilendo un record difficilmente superabile

india 2019 tt
India, mamma di 2 gemelle a 74 anni

Una sorta di miracolo quanto avvenuto negli scorsi giorni in India dove una donna di ben 74 anni ha partorito, dando alla luce due gemelline. Un evento più unico che raro vista l’età decisamente avanzata per una gravidanza. La notizia è riportata in queste ore da numerosi organi di informazione nazionali e internazionali, compresa l’edizione online di TgCom24, che spiega come il parto sia avvenuto presso lo stato dell’Andhra Pradesh. La neo-mamma, grazie a questa doppia nascita, è entrata di diritto nei libri di storia dell’India, visto che è divenuta la donna più anziana ad essere diventata madre. Mangayamma, così si chiama la neo-mamma, è sposata con il marito da 57 anni, precisamente dal 1962, ma i due non erano mai riusciti ad avere figli nonostante innumerevoli tentativi. Quando però ha scoperto che la vicina di casa ha dato alla luce un bambino con la fecondazione in vitro all’età di 55 anni, a quel punto ha voluto fare un altro tentativo.

INDIA, 74ENNE PARTORISCE DUE GEMELLE

Mangayamma e suo marito, contadino di anni 80 di nome Sitarama Rajarao, (entrambi vivono nel villaggio di Nelaparthipadu, nel distretto di Godavari), si sono così rivolti ai medici chiedendo lumi sulla possibilità di una gravidanza con il metodo della fecondazione. Inizialmente il personale sanitario si era detto molto scettico vista l’età avanzata della donna, ma successivamente ha deciso di accontentare la coppia anche perché le condizioni di salute della futura madre erano ottime nonostante i 74 anni compiuti. Negli scorsi giorni, grazie ad un parto cesareo, la madre ha così potuto provare la gioia di partorire. Mangayamma non potrà allattare i suoi bebè, ma l’ospedale ha spiegato che “le procureremo tutto il latte necessario dalla banca del latte”. Pochi giorni prima del parto, quando chiedevano alla coppia cosa ne sarebbe stato delle loro figlie in caso di malattia, avevano risposto così: “Nulla è nelle nostre mani. Qualunque cosa dovrà accadere accadrà, è tutto nelle mani di Dio”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA