INFORTUNIO CORREA INTER-BOLOGNA/ “Trauma al bacino”: per i tempi di recupero…

- Dario D'Angelo

Infortunio Correa in Inter-Bologna: l’ex attaccante della Lazio lascia il posto a Dzeko al 29′. Per lui trauma contusivo al bacino: salta la Fiorentina?

correa 2021 twitter 640x300
Infortunio Correa, foto Twitter

Nonostante il 6 a 1 inflitto al Bologna, in casa Inter dopo l’anticipo della quarta giornata di Serie A a San Siro c’è preoccupazione e risponde a queste tre parole: infortunio Joaquin Correa. L’ex attaccante della Lazio ha infatti dovuto lasciare anzitempo il terreno di gioco ad Edin Dzeko. E se è vero che il bosniaco non ha fatto certo rimpiangere la sua assenza (doppietta per lui), lo è pure che i nerazzurri temono adesso di perdere Correa per le prossime gare. Al momento non si conosce la vera entità dell’infortunio rimediato nel primo tempo della sfida casalinga contro i felsinei. La dinamica dell’infortunio? Dallo staff nerazzurro si parla di trauma contusivo al bacino. Questo il motivo che ha portato Correa ad alzare bandiera bianca dopo neanche mezz’ora di gara.

INFORTUNIO CORREA, COLPO AL BACINO: I TEMPI DI RECUPERO

La buona notizia, dunque, è che Correa non ha subito alcun problema di natura muscolare, stop che avrebbe potuto togliere a Simone Inzaghi una pedina importante per molto tempo. Adesso però resta da capire se il duro colpo subito da Correa all’altezza del bacino, tale da portarlo a chiedere il cambio durante Inter Bologna, gli impedirà anche di saltare le prossime partite, a partire dalla prossima, nel turno infrasettimanale, contro la Fiorentina. Quanto dovranno aspettare i tifosi interisti per vedere risolto l’enigma sulle condizioni dell’attaccante sudamericano? Non molto. Subito dopo essere uscito dal campo, infatti, Correa è stato trasporrtato all’ospedale Humanitas di Milano per accertamenti. La contusione è stata confermata, per conoscere i tempi di recupero bisognerà attendere dunque le prossime ore, al più tardi domani. Una cosa però è sicura Dzeko ha mostrato di essere pronto a non far rimpiangere Correa…



© RIPRODUZIONE RISERVATA