Jack Burns morto a 14 anni/ Addio alla giovane star del ballo e di Outlander

- Davide Giancristofaro Alberti

Jack Burns morto a 14 anni. Il giovane ragazzino è deceduto improvvisamente: era considerato un astro nascente del ballo e delle serie tv

burns
Jack Burns (Facebook)

Tragico lutto nel mondo della televisione e del ballo. E’ morto Jack Burns, astro nascente di soli 14 anni. A darne notizia è l’edizione online di TgCom24.it, che sottolinea come l’adolescente sia deceduto in circostanze poco chiare. Viste le sue grandi doti e la sua forte espressività, era stato già ribattezzato “il nuovo Billy Elliot”, ed avevi numerosi fan in varie parti del mondo. Jack Burns ha lavorato in svariate produzioni nel network britannico BBC, ed inoltre ha recitato anche nella serie tv “Outlander”, trasmessa anche sulla televisione italiana. In base a quanto emerso, pare che l’adolescente, al momento del decesso, si trovasse nella sua casa in Scozia, di Greenock. A dare l’annuncio della notizia della morte è stata la Elite Academy of Dance.

JACK BURNS MORTO A 14 ANNI: IL MESSAGGIO DI CORDOGLIO

Attraverso la pagina ufficiale di Facebook, un membro della stessa Accademia ha scritto: “E’ stato fonte d’ispirazione per tutti qui. È con il cuore pieno di dolore che scriviamo questo post. Tragicamente, come sapete, abbiamo perso il nostro amatissimo studente Jack Burns domenica 1 dicembre. Ha toccato l’anima di tutti coloro che hanno avuto il piacere di ballare e lavorare con lui qui dal 2012”. Burns aveva iniziato a ballare fin da giovanissimo, in quanto si era iscritto nel 2009 (all’età di soli 4 anni) alla Glasgow Ballet School, molto rinomata e conosciuta nell’ambiente per il suo prestigio. Dopo di che aveva preso parte allo show “The One Show and Priscilla Queen of the Desert”, insieme al cantante dei “Blues”, Duncan James. Ovviamente restiamo in attesa di ulteriori precisazioni sulle cause di morte, ma non è da escludere, tenendo conto della tenera età, che Jack possa aver avuto un attacco cardiaco, una morte nel sonno come molti altri casi recenti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA