Justine Mattera/ “Da grande? Prof di italiano, col mio corpo ho sempre scherzato”

- Davide Giancristofaro Alberti

Justine Mattera è una delle donne più sexy del mondo dello spettacolo: “Ho sempre scherzato con il mio corpo…”

justine mattera vieni da me
Justine Mattera a Vieni da me

Justine Mattera è senza dubbio una delle più belle quarantenni della rete. Sulla sua pagina Instagram capita spesso di vederla in pose sexy, ma la sua “provocazione” ha sempre nascosto un nobile motivo: “Ho sempre scherzato con il mio corpo – racconta la stessa artista parlando oggi con i microfoni del quotidiano Il Tempo – mettendolo in mostra anche dopo i 40 anni. Critiche? Si ma anche tanta solidarietà. Il mio messaggio è pulito, chiaro, si può essere belle anche nella seconda fase della tua vita e ogni donna ne deve essere consapevole”.

Il marito di Justine Mattera era inizialmente geloso degli scatti sexy della moglie: “Mio marito geloso? All’inizio, per colpa di qualche amico, sì. Adesso non più. Andavano da lui e dicevano che se io mi mettevo in quelle pose con dei fotografi voleva dire che ci facevo l’amore. Per fortuna mio marito è un uomo intelligente ed ha capito che era solo lavoro”.

JUSTINE MATTERA: “SONO MOLTO FELICE”

Un presente ricco di impegni quello di Justine Mattera, ma da grande cosa vuole fare la ‘sosia di Marylin Monroe’? “Sono molto felice di ciò che sto facendo professionalmente, il libro, una ficton su Rai 1 e la pubblicità, ma se devo pensare a qualcosa… magari poter diventare una professoressa di letteratura italiana”. Già perchè non tutti sanno che Justine Mattera si è laureata anni fa presso uno degli atenei più prestigiosi degli Stati Uniti, la Stanford University, proprio in letteratura italiana. Fu grazie agli studi che scoprì l’Italia, visto che la Stanford aveva un campus a Firenze: “L’Italia è stata un vero e proprio colpo di fulmine e Firenze ha suscitato dentro di me delle emozioni incredibili. Fu in quell’anno che inizia a ballare facendo la cubista nei locali la sera, mentre di giorno andavo in università e studiavo”. In seguito conobbe Paolo Limiti, che sarebbe diventato il suo scopritore e il suo primo grande amore: “Paolo era un uomo fantastico, mai scontato o banale. Aveva la capacità di sorprenderti e di farti divertire ed io mi presi una gran cotta per lui. La sua morte ha causato un vuoto grande dentro di me”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA