LA MECCANICA DELLE OMBRE, RAI 3/ Nel cast Alba Rohrwacher (22 luglio)

- La Redazione

Il film La meccanica delle ombre, del regista Thomas Kruithof, andrà in onda questa sera, lunedì 22 luglio, alle ore 21.20 su Rai 3.

La meccanica delle ombre film 1
La meccanica delle ombre, una scena del film

Nel cast de La meccanica delle ombre, film in onda su Rai 3, c’è anche la splendida Alba Rohrwacher che interpreta il ruolo di Sara. Nata a Firenze il 27 febbraio del 1979 è la sorella della regista Alice. Il suo debutto al cinema è arrivato nel 2004 nel film L’amore ritrovato di Carlo Mazzacurati. Il grande successo però lo incontra grazie a La solitudine dei numeri primi di Saverio Costanzo del 2010. Uno dei ruoli più belli mai interpretati dalla donna è quello al fianco di Pierfrancesco Favino in Cosa voglio di più di Silvio Soldini e sempre del 2010. Nel 2016 ha partecipato al grande successo di Perfetti Sconosciuti di Paolo Genovese, mentre quest’anno la vedremo nel cast di The Staggerin Girl di Luca Guadagnino con il quale aveva lavorato già in Melissa P. e Io sono l’amore. (agg. di Matteo Fantozzi)

Come seguire il film in streaming

Il film “La meccanica delle ombre” ha diviso la critica. Anna Maria Pasetti, sul Fatto Quotidiano, ha scritto: “Ben scritto, girato e interpretato (…) accorpa le tradizioni del genere noir ‘à la français’ in un contesto umano problematico e un mondo contemporaneo assai tecnologico. Gustoso fino alla fine”. Invece Tiziana Platzer, sulla Stampa, ha criticato la pellicola: “Inverosimile. Per quanto in tutta la prima parte ci si senta agganciati da una storia che si mette in moto con originalità… Troppo tutto insieme. Senza la spettacolarità da 007 né un congegno avvincente da intrigo politica-servizi-poteri altri”. Ricordiamo che “La meccanica delle ombre”, clicca qui per vedere il trailer, andrà in onda su Rai 3 a partire delle 21.20 ma sarà possibile vederlo anche sintonizzando i propri dispositivi mobile a Rai Play, cliccando qui.

Regia di Thomas Kruithof

La meccanica delle ombre è il film di esordio di Thomas Kruithof. Nello scegliere le particolarità dei personaggi e i dettagli della trama, il regista belga ha tenuto conto di una delle sue più grandi passioni: il cinema poliziesco americano. Elemento di continuità col genere prediletto dal regista è la caratterizzazione del protagonista. Duvall, si presenta infatti come il tipico non-eroe voluto da Hitchcok: il personaggio principale de La meccanica delle ombre è un uomo qualunque che, da un momento all’altro, si ritrova a dover fare i conti con un evento eccezionale che travolge totalmente la sua esistenza. La situazione con cui deve confrontarsi sconvolge in modo completamente improvviso la sua quotidiana routine: passa dall’essere un normalissimo impiegato, al diventare un uomo coinvolto, a sua insaputa, in giri decisamente loschi. A quel punto, dopo aver compreso la gravità della situazione, a Duvall non resta che ingegnarsi per sopravvivere alle conseguenze che le sue ultime azioni comportano.

La meccanica delle ombre: un film di Thomas Kruithof

La meccanica delle ombre è il film che andrà in onda in prima visione tv su Rai 3, questa sera, lunedì 22 luglio, alle ore 21.20. La pellicola francese del 2016 è un thriller diretto da Thomas Kruithof che è anche co-sceneggiatore insieme a Yann Gozlan; la fotografia è affidata a Alex Lamarque mentre il montaggio è a cura di Jean-Baptiste Beaudoin. Il cast vede come principali protagonisti François Cluzet nella parte di Duval e l’italiana Alba Rohrwacher nel ruolo di Sara. Completano il cast Bruno Georis, Denis Podalydes, Simon Abkarian Simon, Sami Bouajila e Daniel Hanssens.

La meccanica delle ombre, la trama del film

Il film racconta la storia del sessantenne Duvall, di professione contabile dal carattere molto preciso e puntiglioso. L’uomo è un ex alcolista, solo e senza una famiglia, che nel corso del tempo ha saputo trovare un suo equilibrio e uno scopo di esistenza proprio grazie alla sua professione. Da molti anni, Duvall vive e lavora a Parigi per un’azienda. All’improvviso si ritrova fuori dai piani aziendali a causa dell’esuberi di personale. Lo sgomento è tanto, così come la paura di non trovare un nuovo lavoro. Duvall decide quindi di mettersi alla ricerca di un nuovo impiego che possa garantirgli il minimo per sopravvivere. La ricerca, però, non è semplice come sperava. Alla fine, stremato economicamente, accetta l’incarico che gli viene proposto dal losco Clément: un lavoro semplice e ben pagato anche se poco comprensibile. Ogni giorno, infatti, Duvall dovrà ascoltare una cassetta con delle intercettazioni telefoniche e trascriverne fedelmente il contenuto. Le prime trascrizioni sono un insieme di strani codici e frasi incomprensibili, per certi versi anche banali. Ma Duvall non impiega molto a capire che il contenuto di queste cassette è davvero compromettente e ha forti implicazioni politiche. La situazione peggiora quando, trascrivendo un’intercettazione, si accorge che i due protagonisti fanno chiaramente accenno ad un omicidio. Spaventato dalle possibili conseguenze, Duvall prova a tirarsi fuori dall’intrigo. Il desiderio di non far parte del piano si rivela una mera utopia: rinunciare all’incarico è praticamente impossibile. Inizia, così, una lotta contro il tempo per riuscire a salvare la sua vita: deve fuggire dai radar dei servizi segreti, in combutta con le alte sfere della politica francese. Da burocrate freddo e metodico, Duvall si trasforma a sua volta in un agente segreto che si mette alla ricerca delle forze dell’ordine deviate che progettano un colpo di stato.

Il trailer



© RIPRODUZIONE RISERVATA