Lago di Como, 17enne morto dopo un tuffo/ Ipotermia e arresto cardiaco

- Josephine Carinci

Il 17enne che si era sentito male dopo il tuffo nel lago di Como è morto per ipotermia e arresto cardiaco. Inutile la corsa in ospedale

como_vigili_fuoco_2018
Una foto dei soccorsi dei vigili del fuoco

Il 17enne che ieri sera era stato ripescato dal Lago di Como, dove si era tuffato per gioco insieme agli amici, è morto. Il giovane, dopo essere rimasto quasi mezz’ora sott’acqua, era stato ripescato dai vigili del fuoco nelle acque del lago e trasportato in ospedale. La vittima, di nazionalità turca, così come gli amici che erano con lui, non ce l’ha fatta. Il giovane si sarebbe tuffato forse per gioco, ma non è riuscito a riemergere ed è rimasto quasi mezz’ora sotto l’acqua. Il giovane 17enne si è tuffato da viale Geno ma il gioco con gli amici si è rivelato fatale.

I medici hanno tentato di rianimare il giovane, trasportandolo all’ospedale Sant’Anna, nel tentativo disperato di ripristinare l’attività cardiaca. Impossibile, però, risolvere la grave ipotermia e ristabilire il normale battito del cuore. Il turista turco è morto questa mattina, intorno alle 8.

Lago di Como, giovane turco morto: mezz’ora sotto l’acqua

Il giovane turco era stato ripescato dai Vigili del Fuoco dal Lago di Como ieri sera, circa mezz’ora dopo il tuffo. Dopo che non era riemerso, gli amici avevano avvisato i soccorsi. Arrivato sul posto, il personale sanitario aveva cercato di rianimare il giovane, trasportandolo poi all’ospedale Sant’Anna. Nella notte, il giovane turco era stato sottoposto alla procedura ‘Ecmo’ nel tentativo di ristabilire il battito.

Il ragazzo si era tuffato nel lago alle 21 da un pontile del porto in viale Geno. Il turco era in compagnia del fratello diciottenne e di altri amici. Dopo essersi buttato, non è più riemerso, probabilmente a causa dello choc termico. A recuperarlo è stato un vigile del fuoco di Como, mentre da Milano si attendeva l’arrivo dei sommozzatori. Il corpo del ragazzo era a cinque metri di profondità, ma il turco era ancora vivo. I soccorritori hanno effettuato le prime manovre rianimatorie sul posto, in ambulanza, per poi trasferirlo in ospedale. Si è registrato poi anche un malore anche del fratello.







© RIPRODUZIONE RISERVATA