Lascia i figli 6 giorni da soli poi li picchia con una bacchetta/ Denunciato 40enne

- Davide Giancristofaro Alberti

Dopo aver lasciato i figli da soli per 6 giorni, un padre 40enne è stato denunciato: aveva piazzato delle telecamere in casa per controllarli da remoto

carabinieri 1 lapresse1280 640x300
Foto LaPresse

Una vicenda choc giunge da Reggio Emilia dove un padre ha lasciato a casa da soli i suoi figli minori di 14 anni per ben sei giorni. L’uomo, un 40enne residente della bassa reggiana, come riferisce l’edizione online di Repubblica è ora accusato di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e abbandono di minori. L’accusa di maltrattamenti e lesioni la si deve al fatto che il padre, una volta rientrato a casa, avrebbe picchiato i due bambini con una bacchetti di legno, colpendoli alle braccia e alle gambe, provocando loro delle gravi ferite, guaribili, stando al referto medico, fra i 15 e i 21 giorni. L’uomo, durante l’assenza, aveva posizionato delle telecamere all’interno dell’abitazione, di modo da controllare i due minorenni da remoto, ma accorgendosi che non avevano fatto i compiti, ha deciso di punirli. I carabinieri di Campagnola Emilia hanno quindi deciso di denunciare il 40enne, essendovi gli estremi per i vari presunti reati.

LASCIA I FIGLI PER 6 GIORNI DA SOLI: SEQUESTRATA BACCHETTA DI LEGNO

Ad allertare le forze dell’ordine pare sia stato un cittadino che avrebbe udito le urla d’ira dell’uomo provenire dalla casa, rientrato dopo 6 giorni, e accortosi delle “negligenze” dei figli. I carabinieri sono quindi riusciti a farsi aprire la porta, non a fatica, ed entrati nell’abitazione hanno notato che uno dei due bambini aveva degli evidenti arrossamenti sul polpaccio. Inoltre, è stato notato che i bimbi, nonostante il caldo, indossavano delle magliette a maniche lunghe, e una volta scoperte le braccia sono emerse delle evidenti ecchimosi, così come in altre parti del corpo. Il padre si sarebbe inizialmente giustificato con i carabinieri dicendo che i due avevano litigato e che si erano picchiati, ma le forze dell’ordine non hanno praticamente mai creduto alla versione dell’uomo, visto che le lesioni non erano compatibili con una “litigata”. I militari hanno altresì rinvenuto e recuperato la bacchetta lunga circa mezzo metro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA