Laura Chiatti raccoglie bottiglietta di plastica/ Pioggia insulti “Ti fai pubblicità”

- Raffaele Graziano Flore

Laura Chiatti raccoglie una bottiglietta di plastica e riceve una pioggia di insulti social per il suo post su Instagram. “Ti fai solo pubblicità, vai piuttosto in spiaggia!”

Laura Chiatti
Laura Chiatti (Instagram, 2019)

Laura Chiatti è stata protagonista nelle ultime ore di alcuni attacchi social da parte di diversi follower dopo aver postato sul proprio profilo Instagram uno scatto in cui viene immortalata mentre raccoglie una bottiglietta di plastica: la 37enne attrice umbra e compagna di Marco Bocci infatti ha deciso di partecipare alla cosiddetta Vanity Fair Challenge (come testimoniato pure dall’hashtag aggiunto alla didascalia), ovvero il contest che il magazine ha lanciato coinvolgendo i propri lettori e le personalità VIP per sensibilizzare sull’annoso problema dell’eccesso di plastica che inquina non solo i mari ma pure le nostre città e che nelle intenzioni dovrebbe dare vita a una catena social con ognuno dei partecipanti che nomina un altro. Nel suo post la Chiatti ha nominato taggandolo Francesco Arca e ha scritto: “Il mio piccolo contributo per un mondo più pulito… Partecipa anche tu”. Mai l’avesse fatto: in calce alla foto sono spuntati diversi commenti che hanno preso di mira l’attrice, accusandola di farsi solo pubblicità e di partecipare alla Challenge solo perché è “una moda”.

GLI ATTACCHI SOCIAL A LAURA CHIATTI

Infatti, anche se alcuni follower più fedeli hanno lodato l’iniziativa di Laura Chiatti o hanno sottolineato più che altro il valore di esempio del post dell’attrice, al fine di smuovere le coscienze su un problema serio, molti commenti invece hanno pigiato sul tasto della pubblicità gratuita e della falsità della foto: tra ironie e post davvero arrabbiati, c’è infatti chi ricorda alla 37enne che raccogliere le bottigliette di plastica e pulire le strade della propria città dovrebbe essere “la norma e non una challenge”, ricordando pure che il problema andrebbe risolto a monte lavorando sull’inciviltà delle persone piuttosto che limitarsi solo a pulire. “Tutto pur di farsi pubblicità” fa eco un’altra mentre c’è chi se la prende col vippame in generale: “La gente vi guarda anche le mutande che stendete: speriamo che arrivi il messaggio ma per renderlo efficiente forse dovreste armarvi di busta sulla spiaggia o ai bordi delle nostre provinciali” ha scritto un follower, spiegando comunque che lui si rivolge pure a tutti i VIP che l’hanno preceduta nella Vanity Challenge. “Ma la tristezza di questi post avvelenati contro qualsiasi cosa faccia un attore/cantante?” chiosa invece un’altra, prendendosela invece con gli haters e i cosiddetti fenomeni da tastiera.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Il mio piccolo contributo per un mondo più pulito … partecipa anche tu alla #vanitychallenge di @vanityfairitalia nomino @francescoarcaofficial

Un post condiviso da laurachiatti82 (@laurachiatti82) in data:



© RIPRODUZIONE RISERVATA