LITE ANGELA E MARINA, RICCHI E POVERI/ Franco assicura: “Non ci fu tradimento”

- Rossella Pastore

Angela e Marina furono protagoniste di una presunta lite all’interno del complesso dei Ricchi e Poveri a inizio anni Ottanta. Ma cosa successe veramente?

I Ricchi e Poveri nel 2020
I Ricchi e Poveri nel 2020

Ci hanno pensato loro – le stesse Angela Brambati e Marina Occhiena – a fare chiarezza circa i motivi della presunta lite che – a inizio anni Ottanta – coinvolse il complesso dei Ricchi e Poveri causandone al suo interno una grave spaccatura. A Sanremo 2020 abbiamo visto i quattro di nuovo sul palco più uniti e affiatati di prima, a testimoniare l’infondatezza di quelle voci che parlavano di uno screzio assolutamente irrisolvibile tra le due signore del gruppo. A dire il vero, Marina non avrebbe proprio niente di cui farsi perdonare, nonostante le accuse circolate su una sua clamorosa ingerenza all’interno della relazione tra Angela e l’uomo a cui era legata, il maestro di sci Marcello Brocherel. Questo – almeno – è quanto si apprende leggendo le dichiarazioni rilasciate in occasione della reunion allo scorso Festival: “Sono stata io a voler andare via per delle cose mie. Non sono stata cacciata. Sono felice che, 39 anni dopo, questo strappo si sia ricucito”, ha fatto sapere la bionda finita all’epoca centro del putiferio.

Lite Angela e Marina: come sono andate davvero le cose?

39 anni fa, Marina Occhiena lasciò i colleghi Angela Brambati, Angelo Sotgiu e Franco Gatti contestualmente all’impazzare del gossip che la voleva coinvolta in un doppio tradimento: il primo, nei confronti della sua amica Angela; il secondo, rispetto alla persona che ufficialmente stava con la Brambati (e non con lei). Ad acque calmate, i quattro tornano sulla vicenda spiegando per la prima volta cosa successe: “Ci fu un po’ di marasma, ma Marina non rubò il compagno ad Angela”, fa sapere Franco. Angela non sembra molto disposta a parlarne; anzi, a un certo punto, durante la conferenza stampa, interviene con la sua solita vivacità invitando tutti a cambiare argomento: “Ma festeggiamo i 50 anni della Prima cosa bella. Basta!”. A sottolineare indirettamente come tra le due donne non ci sia astio, il gesto di prendersi per mano che le due fanno per sdrammatizzare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA