Loving, l’amore deve nascere libero, Rai 3/ Film ispirato al caso Virginia vs Loving

- Matteo Fantozzi

Loving, l’amore deve nascere libero in onda su Rai 3 oggi, giovedì 15 agosto 2019. Nel l cast Ruth Negga e Richard Loving

loving 2019 film
Loving, l’amore deve nascere libero

Loving, l’amore deve nascere libero, in onda stasera su Rai 3, si ispira a una storia realmente accaduta. Il caso è noto come Virginia vs Loving e risale al giugno del 1967. La Corte suprema degli Stati Uniti d’America dichiarò incostituzionale il Racial Integrity Act e da questo atto finirono le restrizioni legate ai matrimoni interraziali nel paese. La Virginia si era schierato contro i matrimoni tra una razza punendo chi lo avesse fatto con delle pene, diverse in base al colore della pelle. Fu direttamente la Corte Suprema a demolire l’argomentazione in questione. Fu per la prima volta utilizzato il “test di scrutinio” cioè un percorso logico che i giudici dovevano essere in grado di seguire per riuscire a valutare la correttezza delle azioni che venivano poste in essere. (agg. di Matteo Fantozzi)

Come seguire il film in diretta streaming

Loving, l’amore deve nascere libero racconta “la storia di un amore impossibile negli Stati Uniti d’America della discriminazione razziale”. Così Marianna Cappi ha raccontato su MyMovies il film regalandole ben due stellette sulle cinque a disposizione. Alessandra Levantesi a La Stampa specifica che si tratta di un film in grado di raccontare “un amore che ha cambiato la storia”. Francesco Alò a Il Messaggero specifica: “Loving può essere un aggettivo, amorevole, un gerundio, amando, o un infinito sostantivo, l’amare. Tutte e tre queste declinazioni sono presente in questo film, tratto da una storia vera. Ne aggiungiamo una quarta prosaica, un cognome. I loving sono infatti Richard Perry e Mildred Dolores”. Loving, l’amore deve nascere libero va in onda stasera su Rai 3 e potremo seguire da vicino anche la diretta streaming grazie a Rai Play, cliccando qui. (agg. di Matteo Fantozzi)

Regia di Jeff Nichols

Loving, l’amore deve nascere libero è il film che Rai 3 propone per la sua prima serata di oggi, giovedì 15 agosto 2019. Andrà in onda dalle 21.20 circa ed è un drammatico di tre anni fa diretto da Jeff Nichols, con soggetto curato dallo stesso regista. Alla guida del cast troviamo invece Ruth Negga e Richard Loving, una coppia che subirà diverse peripezie e che si ritroverà a lottare contro i pregiudizi razziali. Al loro fianco troviamo invece attori come Michael Shannon, Marton Csokas, Bill Camp, David Jensen, Jon Bass, Chris Greene, Terri Abney, Nick Kroll e molti altri ancora. La durata del film supera di pochi minuti lo standard attuale, con 123 minuti totali rispetto alla media di 100’/118′ considerata per le pellicole destinate al piccolo schermo. Si segnala inoltre che fra i produttori è presente Colin Firth, il celebre attore inglese che, come ricordiamo, è in possesso di cittadinanza italiana da quasi due anni.

Loving, l’amore deve nascere libero: la trama del film

La trama di Loving, l’amore deve nascere libero accende le luci su una coppia interrazziale, formata da Richard e Mildred. I due si sono innamorati dopo un incontro casuale e hanno scelto di sposarsi dopo aver scoperto della dolce attesa della donna. Il ’58 è un anno turbolento tuttavia per coppie come la loro, visto che in Virginia esiste l’assoluto divieto di sposare persone che non appartengono alla stessa etnia. Per questo i due preferiscono trasferirsi a Washington, nella speranza di poter costruire la loro famiglia. Mildred e Richard però verranno arrestati e messi in carcere: il loro matrimonio non è ritenuto valido. Dopo aver confessato di essere colpevoli, accettano di trascorrere un anno dietro le sbarre, ma il giudice sospende la loro pena. Potranno vivere da persone libere solo se prometteranno di non superare il confine della Virginia nei 25 anni successivi. La coppia tuttavia ritornerà a Caroline per affidare il figlio Sidney alla madre di Richard e finiranno di nuovo in prigione. Grazie ad un avvocato ottengono la libertà, ma Mildred soffre per la lontananza con il suo Paese, anche se nel frattempo ha dato alla luce altri due figli. Quando Washington viene interessata dalla marcia cittadina, la donna sceglie di interpellare Robert F. Kennedy, all’epoca Procuratore generale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA