Manuela Villa: “Ho un rapporto difficile con il mio corpo”/ “Sanremo? Amore e odio”

- Alessandro Nidi

Manuela Villa ha raccontato le difficoltà con il suo proprio corpo vissute soprattutto in passato e i suoi piani per il futuro, tra cui c’è anche un film…

Manuela Villa 640x300
Manuela Villa (Buongiorno Estate, 2021)

Manuela Villa è intervenuta in qualità di ospite a “Buongiorno Estate”, trasmissione in onda su Rai Due, per un’intervista incentrata sulla sua figura di artista e di donna. Dopo avere asserito che probabilmente la sua estate più bella debba ancora arrivare e avere risposto a un quesito sulla sua poliedricità artistica (“Ogni cosa finisce per arricchire l’altra, acuendo il mio bagaglio esperienziale”), la cantante si è subito lasciata andare a una rivelazione: “L’artista è un visionario, deve esserlo, riuscendo a vedere le cose prima di toccarle. Nel mio futuro, per esempio, io vedo un film: non come attrice, ma piuttosto come una storia da me raccontata e proiettata in un lungometraggio”.

Immancabile, poi, un quesito sul suo rapporto con il Festival di Sanremo, che può definirsi di amore e odio (riferimento al celebre componimento del poeta latino Catullo, intitolato “Odi et amo”, ndr), in quanto alla kermesse canora in landa matuziana Manuela Villa è stata chiamata una sola volta per fare parte della famosa Squadra Italia, in cui “militavano” anche Nilla Pizzi e Mario Merola: undici grandi professionisti del mondo della canzone riuniti tutti insieme, però poi “non ho avuto più l’opportunità di tornare in gara da sola”.

MANUELA VILLA: “HO UN RAPPORTO DIFFICILE CON IL MIO CORPO”

Nel prosieguo della sua apparizione di fronte alle telecamere di “Buongiorno Estate”, Manuela Villa ha sottolineato le difficoltà presenti nel rapporto con il suo corpo, nel quale per molto tempo non si è sentita a suo agio. Anni fa era una ragazza molto atletica, che praticava sport dal mattino alla sera, poi “improvvisamente c’è stato un black-out. Ho metabolizzato i miei problemi e li ho ingeriti insieme al cibo”. Un problema comune a molti altri italiani, ai quali l’artista si sente di dire che bisogna scindere dalla standardizzazione delle persone: “Io non mi sono mai trovata a seguire un modello, ero sempre la più bassa e la più larga, ma appena aprivo bocca diventavo alta, bionda, bella, con gli occhi azzurri…”.

I piani per il futuro? Presto prenderà il via il tour di Manuela Villa, con cui la donna porterà la sua musica lungo la Penisola e nel mondo. Poi, “canto, scrivo, recito: spero di poter andare avanti e ancora non è finita qui!”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA