Manuela Villa, il terremoto e poi lo sfogo/ “Gente nei container, dove sei Stato?”

- Davide Giancristofaro Alberti

Manuela Villa si sfoga sulla propria pagina Instagram in difesa delle popolazioni terremotate

villa ig 2019
Manuela Villa, sfogo su Instagram

Piccolo sfogo da parte di Manuela Villa attraverso la propria pagina Instagram. La cantante, attrice e scrittrice, ha puntato il dito contro la nostra classe politica, dopo una breve riflessione sulla popolazione italiana colpita dai terremoti, che dopo anni non ha ancora un tetto solido sopra la testa. Un pensiero che la stessa Villa ha colto dopo aver sentito in prima persona il sisma della scorsa notte nel centro Italia, una scossa di magnitudo 4.1 che ha fatto passare una notte da incubo a migliaia di cittadini vicino a Norcia. “Mi trovo ad Ascoli Piceno – scrive – in hotel dopo aver lavorato. Salgo al terzo piano, entro nella mia stanza, e tutto trema. Terremoto 4.1 a Norcia, quindi a due passi. Chiamo mio fratello, è al primo piano. Decidiamo di andar via ma la macchina non parte. Manca l’adblue Avis: potevi sistemare la macchina prima di noleggiarla. Ma andiamo avanti. Che dire… aspettiamo il nuovo giorno, intanto una riflessione. STATO DOVE SEI? C’è ancora gente che vive nei container e paesi ancora distrutti mai più ricostruiti. Questo è quello che ho visto facendo la Salaria. E poi volete i voti?”.

MANUELA VILLA SI SFOGA SULLA PROPRIA PAGINA INSTAGRAM

Un post che ha ricevuto diversi like nel giro di poche ore, e sono stati svariati i commenti pressoché tutti concordi con il pensiero della stessa Villa. Un utente ad esempio scrive: “Infatti hai perfettamente ragione, purtroppo dei cittadini non frega niente a nessuno”. Così invece un altro, più arrabbiato: “Bisogna farli lavorare nelle miniere ,questi non hanno il diritto di governare un paese”. E ancora: “Lo stato è a Roma a cercare la poltrona migliore e questa povera gente ancora senza case.. Un bacione”. Infine un altro follower che scrive: “Manuela hai ragione…STATO DOVE SEI????Aggiungo è una VERGOGNA!!!”. Ve ne sono poi molti altri, alcuni dei quali non proprio pubblicabili, che in generale rispecchiano il pensiero dell’artista.



© RIPRODUZIONE RISERVATA