MAPS GOOGLE IN INCOGNITO/ No tracce spostamenti: come funziona la navigazione anonima

- Niccolò Magnani

Google Maps, le novità sulla navigazione in incognito: nuova versione per non tracciare i propri spostamenti, come funziona. La “guerra di posizione” ha inizio

Google Maps
Google Maps (Pixabay, 2019)

Navigazione in incognito anche su Google Maps. Il colosso di Mountain View sta per lanciare la nuova versione. Gli utenti che fanno parte del gruppo di test hanno già ricevuto un aggiornamento dell’app Preview Maps. Google ha anche inviato una mail a tutti i partecipanti per presentare la nuova funzionalità, ma non c’è ancora una data per quanto riguarda tutti gli altri utenti. Dday segnala che navigando su Google Maps da pc si avrà automaticamente la modalità di navigazione in incognito. Non sarà quindi necessario intervenire in tal senso. La nuova attenzione verso la geolocalizzazione privata non riguarda solo Google. Il Corriere della Sera a tal proposito ricorda che Apple nel suo sistema operativo iOS 13 ha previsto una maggiore tutela della nostra posizione. Quindi si potrà vedere quali dati di geolocalizzazione vengono usati quando le app sono in background, ad esempio. E la scelta non è piaciuta a Facebook. (agg. di Silvana Palazzo)

MAPS GOOGLE, NAVIGAZIONE IN INCOGNITO

Due novità in arrivo per Google Maps, l’app delle mappe più utilizzate al mondo in grado di soppiantare grazie allo smartphone ormai del tutto i navigatori: nella nuova funzione di Maps, Google sta per lanciare la versione di navigazione in “incognito” che, una volta attivata, farà evitare a Google di registrare le posizioni cercate nel proprio account. Aperta G-Maps non verrà più mostrata, d’ora in poi, le ultime posizioni in cui si è stati e nemmeno i tragitti seguiti o anticipati: insomma, un vero e proprio navigatore in incognito per rispettare al meglio la privacy e l’intimità degli utenti, dopo i ben noti casi anti-privacy che i colossi digitali al mondo hanno disseminato negli ultimi anni (da YouTube a Facebook arrivando ovviamente a Google). Per attivare questa nuova funzione i passaggi da svolgere saranno pochissimi: entrando in Maps nel proprio smartphone, basterà toccare la propria foto profilo in alto sulla barra di ricerca e da lì scegliere la modalità in incognito, esattamente come avviene di norma per la ricerca in incognito nelle navigazione web su Google Chrome, Safari o altri.

GOOGLE MAPS, ARRIVA ANCHE LA NOVITÀ “EYES FREE”

Per riconoscere che sia attivata la navigazione in incognito di Maps, Google mostrerà una barra nera in alto per farci capire che stiamo già navigando in incognito. Dal computer invece è già attiva la nuova funzione: basta accedere a Maps con il browser di Chrome e attivare la navigazione in incognito. La “guerra” alla eccessiva geolocalizzazione non vede solo Google impegnata in prima fila: come giustamente nota il Corriere della Sera, anche nel nuovo sistema operativo iOS 13 in arrivo su Apple ci sarà maggiore tutela sulla propria posizione, «Si potrà infatti vedere quali dati di geolocalizzazione vengono usati dalle app quando sono in background, quante volte è stata condivisa la posizione ed eventualmente limitarla». Seconda novità su Google Maps sarà “Eyes Free”, una funzione che permetterà all’utente di navigare a piedi e di ricevere informazioni audio accusare sul percorso da seguire senza dover guardare lo schermo dello smartphone: al momento si tratta di un’anticipazione che potrebbe venire attivata nei prossimi mesi, non appena verrà messa a punto da Mountain View e poi confermata dalla stessa Google a tutte le comunità web.

© RIPRODUZIONE RISERVATA