Mara Venier: “La lesione al nervo facciale c’è”/ “Nessuno mi assicura che guarirò”

- Chiara Ferrara

Mara Venier non ha ancora superato del tutto i problemi legati all’intervento ai denti andato male: “La lesione al nervo facciale c’è”, ma condurrà ugualmente Domenica In

mara venier piange collega domenica in 640x300
Mara Venier piange a Domenica In

Mara Venier sta ancora facendo i conti con la lesione al nervo facciale. A giugno scorso l’amata conduttrice si è sottoposta ad un intervento per l’installazione di un impianto dentale, che tuttavia è andato male, tanto da crearle danni forse permanenti. “Ancora non sono messa benissimo”, ha raccontato nel corso di una intervista concessa al settimanale Gente.

Il prossimo 19 settembre avrà inizio la nuova edizione di Domenica In, ma la padrona di casa ha ancora qualche problema. “All’inizio non riuscivo a mangiare, ho avuto un piccolo impedimento nel parlare e, talvolta, faccio ancora un po’ fatica”. Continua a prendere delle medicine e si augura di recuperare al più presto la sensibilità al volto al 100%, ma non è detto che ciò accada. “Nessuno mi assicura che guarirò completamente”, ha spiegato. Per un attimo la tristezza aveva preso il sopravvento, tanto da farle pensare di lasciare il mondo della televisione per un po’. “Ho preso una bella botta, ho vissuto momenti brutti, di fragilità e profondo sconforto. Ero talmente smarrita che sulle prime volevo fermarmi per pensare solo a curarmi”. L’amore per il suo lavoro e soprattutto per il suo pubblico, tuttavia, ha avuto alla fine la meglio. Mara Venier tornerà tra poche settimane sul piccolo schermo.

Mara Venier: “La lesione al nervo facciale c’è”, ma Domenica In andrà avanti

La nuova edizione di Domenica In è pronta al “via” e Mara Venier, nonostante la lesione al nervo facciale, non mancherà. La conduttrice, nel corso dell’intervista concessa a Gente, ha rivelato alcune novità in merito al format che andrà in onda su Rai 1. Tra i protagonisti ci sarà anche Don Mazzi. Ampio spazio, inoltre, verrà dato a giovani di talento, che saranno accompagnati da “padrini” famosi.

Una volta al mese sarà in studio il mio amico Don Mazzi. Porterà una storia e con lui affronteremo un tema sociale. Questa pandemia ci ha resi più fragili, le sue parole speciali saranno un conforto per tutti”, ha anticipato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA