Mariangela Melato, ex compagna Renzo Arbore/ “La nostra storia anomala perché…”

- Jacopo D'Antuono

Mariangela Melato, ex compagna di Renzo Arbore. La confessione emozionante del noto conduttore: “La nostra storia anomala perché…”

renzo arbore domenica in 640x300
Renzo Arbore, Domenica In

Mariangela Melato, chi era?

Mariangela Melato è stata una famosa attrice, molto apprezzata nel panorama televisivo italiano, nonché ex compagna del cantautore e showman Renzo Arbore. E’ scomparsa nel 2013 a causa di una grave malattia al pancreas, ma fino alla fine avrebbe voluto tornare a calcare il palcoscenico. Ma chi era Mariangela Melato e qual è stato il suo percorso? L’attrice nasce a Milano nel 1941, suo padre Adolfo Melato era un vigile urbano mentre la mamma Lina Fabbrica, era una una bravissima sarta e dirigeva una piccola sartoria nelle mura di casa.

Mariangela Melato aveva anche un fratello di nome Ermanno e la sorella Anna che, come lei, intraprese la carriera di attrice e cantante. Da giovane, Mariangela, lavorò come vetrinista alla Rinascente per potersi permette i percorsi di recitazione all’accademia dei filodrammatici di Milano.

Mariangela Melato e la storia d’amore con Renzo Arbore, lo showman: “La nostra storia anomala…”

All’età di soli vent’anni debutta come attrice in Binario cieco, di Carlo Terron. Nel 1967 prende parte a La monaca di Monza con Luchino Visconti e successivamente ne L’Orlando furioso. É impossibile non menzionare la sua storia d’amore con Renzo Arbore, sbocciata, interrotta e poi ripresa fino alla fine. In una recente intervista rilasciata al Corriere della Sera, il conduttore aveva così speso parole al miele per colei che rappresenta a tutti gli effetti il suo grande amore: “La nostra storia è stata non immaginabile, molto anomala. Ci ha sempre tenuti legati un filo. Io viaggiavo e compravo regali per lei, quando potevo la chiamavo per telefono, ci raccontavamo le nostre storie”.

“E’ stata una donna straordinaria nel senso letterale del termine, di quelle che difficilmente si incontrano. Aveva una sua nobiltà popolare, ma purissima, dovuta alla fatica che aveva fatto per diventare Mariangela Melato. Aveva una grande capacità di assorbire gli eventi della vita sua e degli altri. E aveva una grande attenzione, un grande rispetto”, le parole di Arbore.







© RIPRODUZIONE RISERVATA