Matera, schiaffi a due mani e offese “Maiali!”/ Maestra d’asilo sospesa per 6 mesi

- Davide Giancristofaro Alberti

Matera, schiaffi e offese verso gli alunni di una scuola materna: insegnante 64enne sospesa per sei mesi dall’attività professionale

Asilo
Asilo (Pixabay, 2018)

Un nuovo caso di una maestra fermata perchè violenta ci giunge da Matera. Come scrive il quotidiano Il Messaggero, ad un’insegnante di una scuola materna di 64 anni è stata applicata la misura interdittiva del divieto di esercitare attività professionali per sei mesi, accusata del reato di maltrattamenti, aggravato dall´aver commesso il fatto in danno di minori. In base a quanto ricostruito tramite accurate indagini, la donna gridava continuamente nei confronti dei piccoli, colpendo poi la bacchetta alla scrivania dicendo “ordine e disciplina”. Inoltre, i bambini venivano strattonati, minacciati, posizionati con forza contro il muro o con la testa sul banco, ma anche colpiti con schiaffi a due mani, e offesi con diversi epiteti. Per fermare la donna, gli investigatori hanno piazzato delle telecamere di sorveglianza all’interno delle aule dell’asilo, evidenziando appunto i maltrattamenti messi in atto.

MATERA, SCHIAFFI E INSULTI: LE GRIDA AGLI ALUNNI “MAIALI!”

Come conseguenza di tali comportamenti, i piccoli alunni avevano iniziato a mettersi continuamente le mani di fronte alla faccia ogni qual volta uno dei loro genitori si avvicinava per dare un bacio o una carezza. I casi di maltrattamenti hanno riguardato almeno sette dei 16 bambini presenti presso la scuola materna “Greco” del rione San Pardo di Matera, e la denuncia è scattata proprio grazie ai genitori, che si sono accorti del comportamento strano dei loro piccoli. In alcuni passaggi dei filmati delle telecamere segrete, si sentiva addirittura l’insegnante gridale “maiali” ai piccoli, che venivano anche strattonati e presi per le orecchie. Le indagini delle forze dell’ordine proseguiranno nei prossimi giorni per capire come mai il comportamento dell’insegnante non sia stato segnalato direttamente a scuola.



© RIPRODUZIONE RISERVATA