Matteo Melluzzo, fidanzato di Larissa Iapichino/ Il 17enne sprinter erede di Tortu

- Davide Giancristofaro Alberti

Chi è Matteo Melluzzo, fidanzato di Larissa Iapichino: il 17enne siracusano è uno dei prospetti più interessanti dell’atletica, da tutti considerato l’erede di Tortu

melluzzo 2019 yt 640x300
Matteo Melluzzo (Youtube)

CHI È MATTEO MELLUZZO?

Matteo Melluzzo, fidanzato di Larissa Iapichino, è senza dubbio uno dei talenti più interessanti non soltanto dell’atletica italiana, ma dell’intero panorama internazionale italiano. Giovanissimo, classe 2002, appena 17 anni, viene dalla Sicilia, precisamente da Siracusa, ed è allo stato attuale il secondo azzurro più veloce di sempre dietro a Filippo Tortu. In occasione dei recenti campionati europei under 20 che si sono tenuti in estate a Baku, in Azerbaigian, ha fatto registrare il tempo di 10 secondi e 48 centesimi, prestazione che gli ha permesso di ottenere la prestigiosa medaglia d’argento, e che rappresenta il secondo miglior score di sempre, dietro appunto a Tortu (10.33 registrato nel 2015). Un Melluzzo che sembra avere una lunga e luminosa carriera davanti a se, accompagnato anche da un fisico impotente, un metro e 87 centimetri per 78 chilogrammi di peso, non male per un ragazzo appena adolescente. Tra l’altro lo stesso atleta siracusano sembrerebbe avere lo sport nel sangue, e prima di dedicare anima e corpo all’atletica ha praticato per anni il judo. In occasione di un evento di atletica tenutosi lo scorso mese di giugno, Melluzzo aveva parlato proprio del paragone con Tortu, dicendo: “Certo che lo conosco. Speriamo di raggiungerlo anche se sarà molto difficile, noi ci proviamo, c’è ancora qualche altra gara per il record, ma sono già sono già soddisfatto così”.

MATTEO MELLUZZO: “A SCUOLA VADO BENE”

Quindi aveva raccontato un po’ di se: “Vengo da Siracusa, mi alleno con mio papà, che è anche il mio allenatore, e poi con un gruppo di altri dieci ragazzi, tutti coetanei, e quindi è molto bello perché mi trovo abbastanza bene con loro. A scuola va tutto bene, ho portato una media molto alta quindi sono soddisfatto, frequento il liceo scientifico luigi Einaudi di Siracusa”. Come anticipato dallo stesso atleta, Matteo Melluzzo passa gran tempo delle proprie giornate ad allenarsi assieme a papà Gianni, un binomio che sembrerebbe portare bene, visto che, oltre ad essere il giovane talento più veloce fra gli azzurri dopo Tortu, ha anche vinto recentemente il titolo tricolore allievi, nei 100 piani, correndo per ben due volte con il tempo di dieci secondi e 49 centesimi, a conferma del grande feeling dello sprinter con la pista. A vederlo sgambettare sulla pista arancione ci sono sempre anche mamma Nadia, la sorella Elena, nonché i tecnici e i compagni di squadra della Milone Siracusa: «Uno sprinter di assoluto valore – ha commentato recentemente il professor Filippo Di Mulo, responsabile della velocità azzurra – un grande talento allenato dal papà che è un tecnico preparato». Matteo Melluzzo è stato convocato per il maxi raduno del settore giovanile di atletica che si è tenuto fra fine ottobre e inizio novembre a Grosseto, in vista degli appuntamenti internazionali della stagione 2020, leggasi il Mondiale U20 di Nairobi e gli Europei Under 18 di Rieti, altre occasioni per vedere all’opera il gioiello dell’atletica azzurra.



© RIPRODUZIONE RISERVATA