Melissa Satta “Bambino aggredito durante Fiorentina Inter”/ “Questi non sono tifosi!”

- Silvana Palazzo

Melissa Satta e il bambino aggredito durante Fiorentina-Inter: il racconto della moglie di Kevin Prince Boateng su Instagram. “Questi non sono tifosi!”, ha sbottato

Melissa_Satta_FB_2017
Melissa Satta

Melissa Satta è stata testimone di un brutto episodio avvenuto sugli spalti del Franchi durante Fiorentina-Inter. La moglie di Kevin Prince Boateng era lì per seguire la partita e le gesta del marito, ma dopo il gol dell’Inter ha assistito all’aggressione di un bambino. Aveva semplicemente esultato col padre in occasione del secondo gol nerazzurro, poi annullato dall’arbitro. Il piccolo di 10 anni è stato quindi riempito di insulti e per motivi di sicurezza è stato poi allontanato dalla tribuna del Franchi. Allora Melissa Satta ha condiviso su Instagram la foto dello stadio e ricostruito quanto accaduto. «Lì in mezzo c’era seduto un bimbo di 10 anni con il suo papà, al secondo gol dell’Inter (poi annullato, ndr) ha esultato insieme al suo papà e i due sono stati aggrediti verbalmente dai “tifosi” della Fiorentina». Nel post Melissa Satta ha spiegato che il bambino e il genitore sono stati portati via entrambi dalla tribuna da alcuni responsabili della Fiorentina «che devo dire si sono comportati benissimo».

MELISSA SATTA E IL BAMBINO AGGREDITO DURANTE FIORENTINA INTER

Melissa Satta ha raccontato che padre e figlio sono stati portati via «perché la situazione stava degenerando». La moglie di Kevin Prince Boateng ci ha tenuto ad esprimere tutta la sua indignazione per quello che è successo. «Io mi chiedo: non vi vergognate a far piangere e spaventare un bimbo di 10 anni solo perché ha esultato per la sua squadra del cuore?». La modella si è quindi scagliata contro quei tifosi che se la sono presa con quel piccolo tifoso dell’Inter. «Mi dispiace ma io non vi chiamo tifosi, i tifosi sono coloro che rispettano il tifo, io vi chiamo ignoranti!». Melissa Satta nelle Instagram stories ci tiene a precisare anche che non ce l’ha con i tifosi viola e con la Fiorentina. «Firenze è stupenda, la Fiorentina pure come tutti i fiorentini. Ma queste persone che hanno fatto questo sono da lasciare a casa e non bisogna permettergli di rovinare il nome del tifo Fiorentina».



© RIPRODUZIONE RISERVATA