MIRABILANDIA, BIMBO MORTO ANNEGATO/ C’è un video di 8 minuti che svela cos’è successo

- Davide Giancristofaro Alberti

Per il bimbo morto annegato a Mirabilandia, c’è un video di 8 minuti che svela cos’è successo

pavia
Immagine di repertorio (Pixabay)

C’è un video che potrebbe fare luce sulla tragedia avvenuta mercoledì scorso a Mirabilandia, dove un bimbo di soli 4 anni ha perso la vita, annegando nelle piscine di Mirabeach. Sono 8 minuti di fotogrammi, in cui si vede il piccolo annegare in una vasca di 110 centimetri, dopo che lo stesso sarebbe stato lasciato solo dalla mamma per diversi minuti. Una volta “abbandonato”, il bimbo ha lasciato la piscina dove stava nuotando, per dirigersi verso quella dei “grandi”, attratto molto probabilmente dalla baby dance in corso, per poi morire. A notare per primo il corpo del piccolo sarebbero stati alcuni bambini nella stessa vasca, il cadavere esanime a faccia in giù: una scena straziante che ha lasciato in lacrime numerose persone presenti. Secondo quanto scrive Il Corriere della Sera, sarebbero una decina le persone indagate per omicidio colposo in cooperazione, fra cui la madre del piccolo Edoardo Bassani, nonché uno dei bagnini di salvataggio di Mirabeach e il responsabile della sicurezza. L’unica persona ad essere stata ascoltata è comunque la mamma, mentre per tutti gli altri si attende l’esame autoptico che verrà effettuato nelle prossime ore. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

MIRABILANDIA, BIMBO MORTO ANNEGATO

Salgono a otto gli indagati a seguito della morte del bambino di 4 anni presso la piscina “Mirabeach”, parco acquatico situato all’interno di Mirabilandia, Ravenna (Emilia Romagna). Oltre alla mamma del piccolo, sul registro degli indagati con l’accusa di omicidio colposo, risultano esservi altri sette soggetti, la cui identità per ora non è stata resa nota. Nei confronti degli otto, l’accusa è comunque sempre la stessa, omicidio colposo in cooperazione. Stando a quanto rilevato dai colleghi di Fanpage, stamane si è tenuto un briefing a cui hanno partecipato Alessandro Mancini e Daniele Barberini, i due pm titolari e coordinatori dell’inchiesta, nonché i carabinieri che stanno investigando, e gli ispettori della Medicina del Lavoro dell’Ausl, che dovranno accertare gli strumenti e la capacità del personale in servigio in occasione della morte di Edoardo Bassani. Come detto sopra, non sono stati resi noti i nomi degli indagati, ma secondo Fanpage non è da escludere che nel gruppo faccia parte anche il bagnino di salvataggio che era di turno mentre il bimbo di 4 anni annegava.

MIRABILANDIA, BIMBO MORTO ANNEGATO: 8 INDAGATI

Si tratta comunque di ipotesi da verificare anche perché al momento nessuno è stato interpellato dagli inquirenti ad eccezione della madre del bimbo. Le forze dell’ordine stanno puntando l’attenzione proprio nei confronti della donna, che avrebbe dovuto vigilare sul figlio e che pare si sia allontanata per una manciata di secondi, nonché sul servizio di salvataggio e sull’organizzazione all’interno dello stesso parco. A breve potrebbero quindi scattare gli avvisi di garanzia, che potrebbero coinvolgere vari dipendenti e responsabili di Mirabilandia. Il parco giochi non è stato chiuso dopo la tragedia visto che la procura di Ravenna non ha rivelato alcuna carenza in tema di sicurezza, e di conseguenza non si è provveduto al sequestro di beni o di cose dello stesso parco di divertimenti. Nella giornata di domani si terrà infine l’autopsia sul corpo del piccolo Edoardo, anche se le cause del suo decesso sembrerebbero ormai certe: morto per annegamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA