Morgan vs Fedez: “A X Factor gli suggerivano cosa dire”/ “Non è famoso per…”

- Carmine Massimo Balsamo

La causa con X Factor ma non solo, Morgan attacca Fedez e svela: “Gli autori gli dicevano cosa dire attraverso un tablet nascosto”.

morgan fedez
Morgan e Fedez a X Factor
Pubblicità

Morgan senza filtri in una lunga intervista ai microfoni di Libero. Il cantante, che sarà presto padre per la terza volta, non ha usato mezzi termini per parlare di Fedez ed ha rivelato di essere ancora in causa con X Factor. Marco Castaldi ha commentato così la recente affermazione di Mika, che ha fatto intendere che i giudici del talent show siano guidati dagli autori tramite auricolari: «Possibile? Certo. Fedez non aveva solo gli auricolari: dentro a una finta Smemoranda, nascondeva un tablet dove riceveva le istruzioni degli autori su cosa dire. D’ altronde non mi sembra che sia famoso per il suo titolo di studio». Dichiarazioni destinate a far discutere a lungo, ricordando il rapporto non idilliaco tra i due: basti pensa che l’ex leader dei Bluvertigo indirizzò un dito medio a Fedez nel corso di una diretta

Pubblicità

MORGAN CONTRO FEDEZ, MA NON SOLO…

«Io non avevo gli auricolari: non erano imposti. Potevi scegliere se usarli, come potevi scegliere se fare o meno X Factor. Non sempre: l’ultima volta sono stato costretto. Avevano detto che se avessi accettato di tornare in giuria mi avrebbero pagato 1 milione di euro», ha raccontato Morgan a Libero, spiegando poco dopo di essere ancora in causa con il talent show in onda su Sky: «Peccato che non me l’hanno dato, sostenendo che una volta ero arrivato in ritardo, un’ altra avevo detto o fatto qualcosa: praticamente non mi hanno pagato perché mi sono comportato da Morgan. Siamo in causa, comunque». Dopo aver affermato di non essere più intenzionato a fare il giudice, Morgan ha speso parole al miele per The Voice: «Tra l’altro è un talent diverso che parte da un presupposto positivo: si cerca la conciliazione, non lo scontro. Forse per questo ha meno ritmo, ma l’ idea è bella».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità