ANGEL OLSEN/ La regina dell’indie-folk in Italia per due concerti

- La Redazione

Angel Olsen arriva finalmente in Italia per presentare il suo terzo lavoro ‘My Woman’, uscito a settembre per Jagjaguwar Records(Goodfellas) a due anni di distanza

angela-olsen_R439
Angela Olsen

Angel Olsen arriva finalmente in Italia per presentare il suo terzo lavoro ‘My Woman’, uscito a settembre per Jagjaguwar Records(Goodfellas) a due anni di distanza da quella perla folk rock di ‘Burn Your Fire for No Witness’ che l’aveva lanciata in tutto il mondo, e già unanimemente considerato come una delle uscite migliori dell’anno. Si esibirà il 31 maggio 2017 a Bologna al Covo Club e il 1 giugno a Milano alla Salumeria della Musica.

Angel Olsen, da molti definita come la Regina dell’indie folk americanoè uno dei nomi di punti della scena indipendente USA, un’artista con uno stile influenzato tanto dal folk rock, quanto dall’ indie e dall’alternative rock degli anni ’90. Se ‘Burn Your Fire For No Witness’ del 2014 nella sua purezza indie e folk era stato una delle sorprese dell’anno, il nuovo ‘My Woman’ sposta l’asticella della qualità del lavoro di Angel Olsen ancora più in alto confermandone il talento e la grandezza. ‘My Woman’ è un disco che lascia il segno, ricco di hit radiofoniche ma anche di uno stile personale e riconoscibile.

La nuova Angel Olsen è differente ma anche dannatamente vicina al minimalismo dei due precedenti dischi. Oggi l’artista ha ricalibrato il suo approccio alla scrittura e alla produzione inaugurando una nuova fase artistica, più matura e consapevole. Angel ha scritto i brano del nuovo album al piano, declinandoli poi in studio per farli suonare su synth e Mellotron o con una rock band di stampo classico.

‘My Woman’ è un disco in cui si scivola senza fratture dall’indie rock stile Courtney Barnett e Mac DeMarco di ‘Shut Up Kiss Me’ alla melanconia country rock di ‘Heart Shaped Face’, fino ai suoni classici che rimandano a Fleetwood Mac e a Neil Young di ‘Sister’ e ‘Woman’. 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori