DAVID GILMOUR/ Concerto a Verona, Rattle That Lock World Tour 2016: il chitarrista dei Pink Floyd cittadino onorario di Pompei (oggi, 11 luglio 2016)

- La Redazione

David Gilmour, news di lunedì 11 luglio 2016: seconda tappa dell’ex dei Pink Floyd all’Arena dei Verona. Fans di tutto il mondo accorrono anche oggi per ascoltare il rock unico dell’artista.

david_gilmour_facebook
David Gilmour (Facebook)

È protagonista stasera all’Arena di Verona con il suo concerto per il Rattle That Lock World Tour 2016. Il chitarrista dei Pink Floyd pochi giorni fa è stato a Pompei dove tornava dopo quarantacinque anni e da uno storico Live che è stato raccontato anche da un famoso documentario. Gilmour ha avuto l’onore di essere nominato cittadino onorario della città di Pompei. Come racconta Rockit.it l’artista è stato ospite del sindaco Ferdinando Uliano insieme alla moglie Polly Samson e ha potuto così ritirare il prestigioso riconoscimento. Ha sottolineato poi: “E’ bello per me essere di nuovo a casa. Sono felice di essere tornato, è un sogno che finalmente ho realizzato“.

E’ iniziato da poco il secondo atto di David Gilmour in concerto all’Arena di Verona con il Rattle That Lock World Tour 2016. E’ ancora una volta per il chitarrista dei Pink Floyd un successo incredibile di pubblico con l’ennesimo sold out che gratifica una carriera meravigliosa. Il pubblico presente però sarà ripagato con un’esibizione davvero difficile da eguagliare. Ci troviamo infatti di fronte a un artista completo che va anche al di là della pura espressione della sua musica, ma si trasforma in un vero e proprio performer. Staremo a vedere quali saranno poi le sensazioni che riuscirà inoltre a trasmettere sul palcoscenico oggi.

Se pronunci il nome di David Gilmour ti verranno immediatamente in mente i Pink Floyd, non c’è nulla da fare. Questa sera il chitarrista infiammerà l’Arena di Verona con il suo “Rattle the Lock Tour” per l’ultima data nel nostro Belpaese. Il chitarrista inglese, in due ore e mezzo di spettacolo regalerà nuovamente tutto ciò che riguarda i più segreti e misteriosi particolari della band. I successi durano nel tempo come se le ore non fossero mai state scandite e, a parte la suggestiva cornice, le emozioni di possono quasi toccare con mano. Per sentire i Pink Floyd però, si dovranno attendere quattro canzoni in quanto le prime tre fanno parte del ’Rattle that lock’. Ma le danze si aprono con la bellissima ’Wish you were here’. Anche questa sera il chitarrista rock sconvolgerà gli animi del presenti.

Questa sera, all’Arena di Verona andrà in scena l’ultimo concerto italiano di David Gilmour, ex Pink Floyd. L’artista salirà sul palcoscenico presentando il suo “Rattle the Lock Tour” e suonando una ricchissima scaletta formata da: 5 am, Rattle That Lock, Faces of Stone, Wish You Were Here, What Do You Want from Me, A Boat Lies Waiting, The Blue, Money, Us and Them, In Any Tongue, High Hopes, Astronomy Domine, Shine on You Crazy Diamond, Fat Old Sun, Coming Back to Life, On an Island, The Girl in the Yellow Dress, Today, Sorrow, Run Like Hell, Time/Breathe e Comfortably Numb. Il chitarrista dei Pink Floyd ha letteralmente stregato il pubblico durante le precedenti date e stasera l’evento sarà sicuramente degno di nota come i precedenti. Il gigante del rock è pronto per fare impazzire anche l’Arena di Verona ed il pubblico non vede davvero l’ora di poter gustare musica di alta classe.

Stasera David Gilmour tornerà a esibirsi all’Arena di Verona e questo secondo concerto nell’anfiteatro romano inizierà un’ora prima rispetto a quello di ieri, cominciato alle 22.00. Mary Beard, esperta dell’antica Roma, ha commentato un’altra recente esibizione di David Gilmour, quella andata in scena nei giorni scorsi a Pompeii, 45 anni dopo il celebre concerto dei Pink Floyd nella stessa location. L’esperta ha commentato la performance di Gilmour per l’emittente radiofonica BBC Radio 6 e sulla sua pagina Facebook oggi l’artista ha ricordato tutti di ascoltarla, pubbliccando un abella foto che li ritrae insieme: clicca qui per vedere lo scatto.

Questa sera va in scena nella splendida location dell’Arena di Verona il secondo concerto previsto per la tappa veronese del Rattle Lock World Tour di un grandissimo artista come David Gilmour. Un concerto che è di fatto il terzo ed ultimo previsto in Italia dopo l’affascinate esordio italico nell’anfiteatro romano di Pompei che ha senza dubbio colpito nell’animo del chitarrista e voce dei Pink Floyd. Infatti,nell’intervista rilasciata alla rivista Rolling Stone Gilmour ha fatto presente prima di dare inizio allo spettacolo “è un posto straordinari perché è stato preservato negli anni. Se visiti qualsiasi altro sito storico nel mondo, noti come siano spesso danneggiati. Questo invece è stato sigillato… sono venuto qui 10 anni fa con i miei figli, per fargli vedere l’arena. Ma vedere ora tutta questa gente mi ha fatto un certo effetto. Dopotutto questo è un posto infestato dai fantasmi, in modo amichevole”.

Si prepara a salutare l’Italia con il suo ultimo concerto nel Bel Paese che si terrà questa sera, lunedì 11 luglio, all’Arena di Verona. Sei in totale le date italiane del suo Rattle that lock Tour: due a Roma, due nella magica cornice di Pompei che ha portato a galla tanti ricordi del “Live a Pompeii” dei Pink Floyd” e due all’Arena di Verona. Intervistato da Rolling Stones, il chitarrista inglese ha fatto un bilancio del tour: “È stato bello. Dio solo sa quando potremo farlo ancora. Selezionare posti meravigliosi e suonarci è stato bellissimo. Il mio obiettivo è quello di trovare posti come questi. Mi sto godendo il momento e penso che per un po’ sarò a posto. La mia vita non è tutta on the road. Ho tante altre cose nella mia vita, ho i miei figli. Ormai è diventato un lavoro part-time”, ha detto Gilmour.

Nonostante il ritardo – il concerto è iniziato alle 22.00 invece che alle 21.00 – perché le scenografie dell’opera hanno portato via tempo all’allestimento che ha suscitato malumori e anche qualche fischio, David Gilmour è riuscito a incantare i 14 mila presenti all’Arena di Verona con 3 ore di musica. Il musicista inglese ha aperto lo show con lo strumentale “5 A.M.”, seguito da “Rattle That Lock”, che dà il nome al tour. Gli applausi finali confermano che il ritardo è stato perdonato: clicca qui per vedere il video. Su Twitter i commenti esaltano la capacità di Gilmour di portarti in un’altra dimensione: “Ho la prova che @Iddio esiste: ogni volta che sento suonare #DavidGilmour dal vivo!”, “David delle meraviglie. #DavidGilmour #ArenadiVerona”, “Tanta tanta roba. #DavidGilmour #PinkFloyd #Arena”, “Lo avevo detto dopo aver sentito Roger Waters, lo ripeto per #DavidGilmour: smettetela con questa ca**ata che gli alieni non esistono”. Stasera si bissa, poi chissà quando Gilmour tornerà in Italia.

Questa sera, lunedì 11 luglio 2016, andrà in scena sul palco dell’Arena di Verona l’ultimo concerto italiano del “Rattle the Lock Tour” di David Gilmour, ex Pink Floyd. Dopo i due concerti al Circo Massimo di Roma – il 2 e il 3 luglio – e le due date nella suggestiva cornice dell’Anfiteatro romano di Pompei – il 7 e l’8 luglio – Gilmour è sbarcato a Verona. Il concerto di ieri sera, domenica 10 luglio, è iniziato alle 22.00 invece che alle 21.00, mentre quello di stasera è confermato per 21.00 con apertura dei cancelli alle 19.00. “Fantastico Verona #davidgilmour #rattlethatlock #Verona”, ha scritto su Instagram Polly Samson, moglie dell’ex Pink Floyd, pubblicando uno scatto del concerto (clicca qui per vedere la foto).Dopo l’Italia, il tour di Gilmour continuerà tra Francia e Germania fino a fine luglio. éPi dopo la pausa estiva il musicista inglese tornerà sul palco il 23 settembre con cinque concerti a Londra alla Royal Albert Hall, con cui concluderà il tour.

Continuano le tappe italiane di David Gilmour e del suo Rattle That Lock World 2016: questa sera, lunedì 11 luglio 2016, sarà l’Arena di Verona ad accogliere la sua musica. L’ex chitarrista dei Pink Floyd è pronto ad incantare ancora una volta il pubblico che lo ama e lo segue da più di un cinquantennio ed ancora una volta anche questa sera i fans di tutto il mondo accorreranno solo per poterlo ammirare da sotto gli spalti. Come già successo nei giorni scorsi a Pompei, David Gilmour sarà presente a Verona con il secondo appuntamento di una due giorni che ha fatto il suo debutto ieri. La band ha già conquistato il Circo Massimo e la città partenopea, registrando un sold out degno di nota, esattamente come è successo per la tappa veronese. E’ l’artista stesso inoltre a ricordare ai fans tramite il proprio sito ufficiale che il concerto di questa sera aprirà le danze alle 21:00 come previsto, a differenza di ieri dove invece c’è stato uno slittamento di un’ora. Gli appassionati degli assoli di David Gilmour stanno tempestando i profili del musicista da diverse ore, chiedendo a gran voce che possa promuovere altri eventi nelle loro città. I veronesi attendono questo momento da appena un anno ed è ancora vivo in loro il ricordo del precedente concerto in cui Gilmour aveva ipnotizzato l’Arena con la sua ben nota musica. Come sempre David Gilmour potrà contare sull’importante supporto di una band di tutto rispetto, formata dai tastieristi Greg Philliganes e Chuck Leavell, il chitarrista Kamen Chester ed il sassofonista Joao De Macedo Mello. Sarà un’occasione in più per ascoltare del rock intramontabile, grazie ad una scaletta che richiamerà alla memoria brani indimenticabili con cui Gilmour fece conoscere non solo le proprie abilità alla chitarra, ma con cui portò in alto il nome dei Pink Floyd. Senza dimenticare ovviamente lo spazio dedicato all’album Rattl That Lock, l’ultimo dei suoi lavori e spinta che lo sta portando in giro per il mondo. 

Ecco la scaletta di David Gilmour per il Rattle That Lock Tour World 2016 di oggi: 

5 am
Rattle That Lock
Faces of Stone
Wish You Were Here
What Do You Want from Me
A Boat Lies Waiting
The Blue
Money
Us and Them
In Any Tongue
High Hopes
Astronomy Domine
Shine on You Crazy Diamond
Fat Old Sun
Coming Back to Life
On an Island
The Girl in the Yellow Dress
Today
Sorrow
Run Like Hell
Time/Breathe
Comfortably Numb

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori