SANREMO 2018, OSPITI INTERNAZIONALI DEL FESTIVAL/ Per Sting e Shaggy, sarà un ritorno

- Fabio Morasca

James Taylor, Sting e Shaggy si esibiranno al Festival di Sanremo 2018, in qualità di ospiti internazionali. Gli artisti renderanno omaggio alla tradizione musicale italiana. 

shaggy_sting_youtube
Sting e Shaggy a Sanremo 2018 (YouTube)

Durante la giornata di oggi, sono stati annunciati ufficialmente i primi ospiti internazionali che calcheranno il palco del Teatro Ariston durante la 68esima edizione del Festival di Sanremo, che andrà in onda su Rai 1 dal 6 al 10 febbraio e che sarà condotto da Claudio Baglioni, Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino. Oltre a James Taylor, il pubblico vedrà all’opera un’inedita coppia di artisti formata da Sting e da Shaggy che, a Sanremo, presenteranno ufficialmente il loro progetto discografico realizzato in coppia. Per entrambi, si tratterà di un ritorno al Festival di Sanremo. Per l’ex leader dei Police, si tratterà della terza partecipazione in qualità di ospite al Festival: Sting, infatti, ha presenziato alla kermesse sanremese nel 1986 e nel 2000. Il rapper e cantante di origini giamaicane, invece, ha partecipato al Festival durante l’edizione 2012, quando si esibì in coppia con Chiara Civello, durante la serata dedicata ai duetti. (Aggiornamento di Fabio Morasca)

JAMES TAYLOR, STING E SHAGGY OSPITI A SANREMO

James Taylor, Sting e Shaggy saranno tra gli ospiti internazionali che vedremo sul palco del Teatro Ariston durante la 68esima edizione del Festival di Sanremo, il festival della canzone italiana che andrà in onda su Rai 1, dal 6 al 10 febbraio, e che verrà condotto da Claudio Baglioni con la partecipazione di Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino. Per quanto riguarda le esibizioni, Sting e Shaggy condivideranno il palco: il Festival di Sanremo, per loro, infatti, sarà l’occasione di presentare al pubblico italiano il loro nuovo progetto discografico realizzato in coppia. Il cantautore statunitense, invece, si esibirà regolarmente da solista. Come già annunciato da Claudio Baglioni durante la conferenza stampa di presentazione del Festival, ogni ospite internazionale che calcherà il palco del Teatro Ariston di Sanremo dovrà rendere omaggio alla tradizione musicale italiana. Questa decisione di Claudio Baglioni è volta a far sì che le ospitate non si rivelino soltanto delle classiche “marchette”.

L’ALBUM IN COPPIA DI STING E SHAGGY

Sting e Shaggy, però, come già anticipato, presenteranno il loro album di inediti realizzato in coppia sul palco del Teatro Ariston. L’ex leader dei Police e il mr. Boombastic si esibiranno con il loro singolo Don’t make me wait che, a partire da domani, giovedì 25 gennaio 2018, sarà disponibile negli store digitali e sulle piattaforme streaming. Don’t make me wait è il singolo apripista del loro nuovo album che si intitolerà 44/876 e che sarà disponibile a partire dal prossimo 20 aprile. L’album renderà omaggio alla Giamaica, paese d’origine del rapper e isola alla quale anche Sting ha voluto rendere omaggio. I due artisti si sono conosciuti grazie al manager di Sting, Martin Kierszenbaum, che, in passato, ha lavorato anche con Shaggy. Quella che doveva essere soltanto una collaborazione per una sola canzone si è trasformato in un vero e proprio album realizzato a quattro mani. Per questo album, i due artisti hanno collaborato con Robbie Shakespeare, Dwayne “iLLwayno” Shippy, Shane Hoosong, Machine Gun Funk, Patexx, Tyrantula e Dominic Miller.

LA COLLABORAZIONE TRA JAMES TAYLOR E ELIO E LE STORIE TESE

James Taylor, invece, non avrà nessun progetto discografico di imminente uscita da lanciare. Il cantautore statunitense, celebre soprattutto negli anni ’70 grazie a canzoni come Fire and rain, Carolina in my mind, You’ve got a friend e Shower the people, ha pubblicato l’ultimo album di inediti in ordine di tempo, circa tre anni, Before this world, pubblicato nel 2015. James Taylor, come già anticipato, renderà omaggio alla canzone italiana. Il cantautore statunitense, durante la propria carriera, ha all’attivo una collaborazione con un gruppo italiano, per la precisione, con Elio & Le Storie Tese, con i quali ha collaborato per la canzone First me, second me, contenuta nell’album Eat the Phikis, pubblicato nel 1996. Una hit di James Taylor, Shower the people, è stata anche incisa in lingua italiana da Luca Barbarossa che, nel 1994, pubblicò la canzone Sciogli l’amore, contenuta nell’album Le cose da salvare. Luca Barbarossa sarà in garà all’edizione di quest’anno del Festival di Sanremo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori