Nadia Toffa, Andrea Pucci la ricorda/ “Ti penso e mi manca il suono della tua voce”

- Silvana Palazzo

Nadia Toffa, il ricordo di Andrea Pucci. “Mi vieni in mente e mi manca il suono della tua voce”, ha scritto il comico, ex Iena, su Instagram

andrea pucci nadia toffa
Andrea Pucci ricorda Nadia Toffa

È passato un mese dalla morte di Nadia Toffa, ma il ricordo della conduttrice de “Le Iene” è sempre forte. Il 13 agosto se ne è andata via dopo aver lotto contro una grave forma di tumore al cervello. Il male non le ha lasciato scampo, portandola via dagli affetti più cari. Ora il programma di Italia 1 sta per ripartire senza di lei, ma su Instagram c’è il commosso messaggio dell’amico e collega Andrea Pucci. Il comico, ex Iena, ha dedicato delle parole emozionanti alla giornalista bresciana, ricordando il loro legame. «È così, mi vieni in mente, le nostre chiacchierate brevi ma sempre ricche di contenuti, i nostri abbracci, la stima professionale ed umana reciproca, vorrei sentire il suono della tua voce». Intanto la famiglia di Nadia Toffa lavora ai progetti che la Iena coltivava. Mamma Margherita, ad esempio, ha assicurato che l’eredità della figlia non andrà perduta. Ci sono diversi progetti rimasti in sospeso da portare avanti. «Lei ci ha lasciato idee, tantissime idee, aprendo il suo computer le abbiamo scoperte».

ANDREA PUCCI RICORDA NADIA TOFFA: “MI MANCA IL SUONO DELLA TUA VOCE”

Il vuoto lasciato da Nadia Toffa sembra incolmabile e infatti i suoi amici e colleghi non smettono di pensare a lei. Questo è il caso di Andrea Pucci, che le ha dedicato un messaggio commosso. Il comico sul suo account Instagram ha anche pubblicato una foto insieme alla giornalista bresciana. Lo scatto non è recente. Risale a qualche anno fa, quando i due lavoravano insieme nel programma televisivo Le Iene. Entrambi appaiono sorridenti e felici. Proprio quel sorriso ora manca a Pucci, oltre alla voce dell’amica. Il ricordo del comico ha il sapore amaro di un addio. Ma è un saluto che, proprio come avrebbe voluto pure Nadia Toffa, viene fatto con un sorriso. Quel sorriso che non si è mai spento sulle labbra della giornalista anche nei momenti più brutti che ha vissuto per la sua malattia. Quel sorriso che è diventato un esempio e al tempo stesso forza per i tanti malati chiamati a continuare la loro battaglia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA