Nero a metà 2/ Anticipazioni 28 settembre: Marta vicina alla verità?

- Morgan K. Barraco

Nero a metà 2, anticipazioni 28 settembre 2020, in prima Tv su Rai 1. Marta parte per Napoli per indagare da sola sulla morte di Paolo.

Nero a metà 2
Nero a metà 2, in prima Tv assoluta su Rai 1

NERO A METÀ 2, DOVE SIAMO RIMASTI

Nella prima serata di Rai 1 di oggi, lunedì 28 settembre 2020, andranno in onda due nuovi episodi di Nero a metà 2 in prima Tv assoluta. Sarannoil settimo e l’ottavo, dal titolo “Quanto è difficile cambiare” e “Un gioco pericoloso“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la scorsa settimana: la squadra indaga sul misterioso ritrovamento di alcuni vestiti in un liceo locale: sono sporchi di sangue, ma non c’è un corpo. Mentre Muzo (Fortunato Cerlino) viene assegnato ai domiciliari, Carlo ottiene di poter partecipare al caso di Olga. Malik (Miguel Gobbo Diaz) invece segue le tracce di Simone, il proprietario dei vestiti appena ritrovati. Durante il confronto con i compagni, scopre che molti lo prendevano in giro per la sua omosessualità. Carlo (Claudio Amendola) scopre invece che l’interruzione di corrente alle telecamere stradali non è un caso e che la morte di Paolo potrebbe essere un delitto ben organizzato. Dopo averli sorpresi insieme, Cristina inizia a temere che fra il marito e Marta (Nicole Grimaudo) possa esserci qualcosa di sentimentale. Quella notte, Muzo aggredisce Malik dopo aver scoperto che la moglie gli scriveva. Grazie alla confessione di un amico di Simone, Carlo trova il corpo del ragazzo: si è suicidato per via delle angherie dei compagni. Alba (Rosa Diletta Rossi) chiede invece l’aiuto di Malik per ritrovare la madre, mentre Ottavia trova l’auto con cui è stato investito Paolo in una zona abbandonata, data alle fiamme.

Muzo assiste alla perlustrazione della sua casa: secondo Carlo, l’aggressore di Olga si sarebbe introdotto scavalcando il traliccio. Gli indizi però sono a vuoto e la pista è difficile. Tornato a casa, Guerrieri deve rispondere ai rimproveri della moglie, che non ha trovato il tempo di chiamare per tutto il giorno. La squadra indaga poi su un uomo morto nel suo appartamento: Cosimo aveva iniziato ad accumulare oggetti dopo la morte della madre. Intanto, Carlo propone a Marta di lasciare la sala operativa e trasferirsi nel suo Commissariato per non pensare sempre alla morte di Paolo. La donna poi scopre grazie alla videosorveglianza che Paolo è stato seguito fin dall’inizio del turno. Fra Carlo e Marta poi scatta un bacio e una notte di passione. Intanto, Malik continua ad indagare sulla madre di Alba e su una ragazza connessa al caso. Al mattino successivo, Cristina scopre che il marito la sera prima è stato con Marta e decide di fare le valige. Malik invece parla di nuovo con la psicologa che seguiva Cosimo e per la quale prova una certa attrazione. Mentre si scopre che l’uomo è stato ucciso da una delle sorelle, Carlo ottiene delle prove inaspettate: chi ha ucciso Paolo è responsabile anche della morte di Olga.

NERO A METÀ 2 ANTICIPAZIONI DEL 28 SETTEMBRE 2020

EPISODIO 7, “QUANTO è DIFFICILE CAMBIARE” – Muzo continua ad indagare sulla morte di Olga alla luce delle nuove scoperte. I sensi di colpa per averla tratta male prima della sua morte iniziano però a farsi sentire. Intanto, il resto della squadra indaga sulla morte di un’assistente sociale. Il primo indiziato diventa l’ex compagno violento, che si trovava in casa sua la sera del delitto. Si scopre però che è innocente, anche se piuttosto pericoloso.

EPISODIO 8, “UN GIOCO PERICOLOSO” – Marta decide di fare di testa sua e raggiunge Napoli nella speranza di fare chiarezza sulla morte di Paolo, ma senza avvisare Carlo. Quest’ultimo tuttavia scopre tutto e incarica Cantabella di seguirla. Intanto il resto della squadra si occupa della morte di uno sportivo che ha trascorso la notte del delitto con una cliente. La pista però sembra dirigersi verso la stessa famiglia della vittima.



© RIPRODUZIONE RISERVATA