Noemi/ “Nella vita ci vuole anche un po’ di cul*, ogni canzone un momento di ricordo”

- Emanuela Longo

La cantante Noemi protagonista de Il Meglio di Domenica In: la sua ospitata da Mara Venier, tra musica e confidenze con la conduttrice

noemi domenica in 640x300
Noemi, Domenica In

Noemi protagonista de Il Meglio di Domenica In

Tra gli ospiti musicali di Domenica In, non dimentichiamo Noemi, la bravissima cantante dai capelli rossi, oggi protagonista de Il Meglio di Domenica In. La sua musica, a partire da Glicine, ha accompagnato la sua ospitata al cospetto di Mara Venier, passando poi con Vuoto a perdere. “Questa canzone la amo ma un po’ perchè era la canzone della mia vita di prima… anzi la vita di sempre!”, ha ammesso. “Vasco Rossi e Curreri l’hanno scritta e pensato alla mia voce, hanno fatto il colpaccio! Perchè nella vita ci vuole anche un po’ di cul*”, ha commentato.

Tra tutte le sue canzoni c’è anche Sono solo parole, scritta da Fabrizio Moro, ma cosa ha segnato nella sua vita? “Ogni canzone è un momento di ricordo e sicuramente alcune volte in modo più cosciente, altre volte meno, descrivono molto il momento che viviamo”, ha commentato la cantante ricordando il podio sanremese tutto al femminile condiviso con Emma ed Arisa.

Noemi e la lettera alla lei bambina

Tanti i complimenti di Mara Venier alla sua ospite Noemi, oggi protagonista de Il Meglio di Domenica In con la sua emozionante musica. “Brava! Io sono affascinata da lei, dalla voce, dal suo carattere, dal suo modo di essere, dalla sua bellezza amore! Emozioni sempre”, ha commentato la padrona di casa. “Io mi emoziono sempre a cantare”, ha replicato Noemi.

Il 25 gennaio scorso Noemi ha scritto sui social una lettera alla lei bambina, ringraziandola e facendole gli auguri: “Una bella lettera, ci sono momenti nella vita che ti fanno capire che hai raggiunto un bel traguardo, ti guardi indietro e fai un piccolo bilancio”, ha commentato l’artista prima di esibirsi con Ti amo non lo so dire, brano sanremese nell’ultima edizione della kermesse canora.







© RIPRODUZIONE RISERVATA