OM-Galatasaray sospesa per lancio fumogeni/ Video 9 minuti di stop in Europa League

- Chiara Ferrara

La gara tra OM Olympique Marsiglia e Galatasaray sospesa per lancio fumogeni: 9 minuti di stop in Europa League, poi il gioco riprende (video)

om galatasaray

La gara di Europa League tra OM Olympique Marsiglia Galatasaray, in programma questa sera in Francia, è stata interrotta temporaneamente per lancio di fumogeni tra le due tifoserie. Intorno al 37′, un gruppo di tifosi del settore ospite ha gettato petardi e altro materiale infiammabile nell’area adiacente, occupata dai supporters della squadra di casa. Immediata la reazione di questi ultimi, che a loro volta hanno spedito i medesimi oggetti al loro indirizzo. Il direttore di gara, il polacco Pawel Raczkowski, è stato costretto a fermare il gioco.

In totale il match di Europa League si è fermato per nove minuti, che sono stati ad altissima tensione. Gli spalti, infatti, sono diventati uno scenario di fuoco. Il video sta facendo in questi istanti il giro del web. Gli steward hanno creato un cordone per evitare che le due tifoserie venissero a contatto, ma non è stato sufficiente per fermare il lancio di fumogeni. Si è temuto di non riuscire ad andare avanti, a pochi minuti dall’intervallo. Il pericolo, inoltre, è che i fumogeni creassero danni ai presenti. Tutto, ad ogni modo, si è risolto per il meglio.

OM-Galatasaray sospesa per lancio fumogeni: il tecnico Terim interviene

L’intervento di Faith Terim, allenatore del Galatasaray, è stato provvidenziale per calmare gli animi nel momento in cui la gara tra OM Olympique Marsiglia Galatasaray è stata sospesa per lancio di fumogeni. Il tecnico, nonché bandiera del club di Istanbul, infatti, si è recato sotto la curva – scortato dagli agenti della Polizia in tenuta antisommossa – per chiedere ai propri tifosi di fermarsi.

L’impresa dell’allenatore dei turchi è riuscita. I supporters del Galatasaray e di conseguenza anche quelli dell’OM Olympique Marsiglia, infatti, hanno interrotto il lancio di fumogeni. Dopo una decina di minuti dalla sospensione, dunque, il direttore di gara, il polacco Pawel Raczkowski, ha potuto dare il “via libera” per la ripresa in sicurezza.



© RIPRODUZIONE RISERVATA