ONE SECOND/ La celebrazione del cinema di Zhang Yimou

- Carmine Massimo Balsamo

La recensione di One Second, l’ultimo grande film del regista candidato Oscar Zhang Yimou, disponibile in DVD grazie a CG/Fenix

one second
(Una scena del film)

Una complicata storia distributiva fortunatamente alle spalle e una grande celebrazione del cinema: One Second è sicuramente uno dei film più belli del maestro Zhang Yimou. Una lettera d’amore alla settima arte, al grande schermo, a ciò che amiamo. Dopo il passaggio in sala alla fine del 2021, il film è disponibile in DVD in edizione CG/Fenix.

SINOSSI ONE SECOND – Ambientato nella provincia del Gansu della Cina nordoccidentale durante la Rivoluzione Culturale (1966-76), racconta la storia dell’incontro e del forte legame che nasce tra Liu Guinü, una donna vagabonda senza una casa e Zhang Jiusheng, un prigioniero evaso da un campo di lavoro. L’uomo è un appassionato cinefilo alla disperata ricerca di una pellicola contenente un frammento, della durata di un solo secondo, della sua amata figlia defunta.

Ostacolato dalla censura cinese, ritirato prima dal Festival di Berlino e poi dal Golden Rooster, One Second è pura poesia. Zhang Yimou ci offre un grande omaggio al cinema, un’opera che stupisce e ammalia. La settima arte viene dipinta, ritratta come qualcosa di sacro, accompagnando lo spettatore in un viaggio emotivo di rara bellezza.

Presentato in diversi festival internazionali – anche alla Festa del Cinema di Roma 2021 – One second segna uno dei punti più alti della cinematografia di Zhang Yimou. Il regista asiatico negli ultimi anni ha sfornato grandi pellicole – pensiamo al bellissimo Ying, mai distribuito in Italia – ma questo lungometraggio è tra i suoi migliori di sempre. Una storia di paternità nel periodo della rivoluzione culturale che si muove tra la nostalgia per la pellicola e la magia delle luce di Lanterne rosse. Grandissime prove attoriali di Zhang Yi (già protagonista di Cliff Walkers) e Liu Haocun. Imperdibile.

— — — —

Abbiamo bisogno del tuo contributo per continuare a fornirti una informazione di qualità e indipendente.

SOSTIENICI. DONA ORA CLICCANDO QUI





© RIPRODUZIONE RISERVATA