Oss con variante brasiliana covid dopo dose vaccino/ Asintomatico e in isolamento

- Davide Giancristofaro Alberti

Un Oss de L’Aquila è stato trovato con la variante brasiliana covid ma asintomatico e non in gravi condizioni, grazie alla prima dose di vaccino ricevuta

coronavirus covid italia 10 lapresse1280 640x300
Foto Claudio Furlan (LaPresse)

Giungono notizie senza dubbio positive da L’Aquila, in merito ad una delle varianti più contagiose del covid, quella brasiliana. Stando a quanto riferito poco fa dai colleghi di TgCom24.it, un operatore sanitario dell’ospedale aquilano, mentre si stava sottoponendo alla dose di richiamo del vaccino, è risultato appunto positivo alla brasiliana. L’Oss, dopo la “diagnosi” è stato messo in isolamento domiciliare in quanto asintomatico, e a questo punto si presume che la prima dose del vaccino abbia protetto lo stesso operatore da sintomi e forme gravi.

Sul caso sono in corso degli accertamenti, ma se confermato sarebbe senza dubbio una notizia positiva e confermerebbe l’efficacia dei vaccini in corso verso appunto la variante brasiliana. Al momento sono tre le principali “modifiche” del covid circolanti, e oltre a quella già citata vi sono anche quella Sudafricana e Inglese, quest’ultima la più diffusa in Italia e che ha obbligato all’istituzione di vari lockdown circoscritti, come quello del comune di Bollate, alle porte di Milano.

OSS CON VARIANTE BRASILIANA: E INTANTO IN GIAPPONE SPUNTA UNA NUOVA VARIANTE

Ma attenzione alle notizie che giungono dal Giappone, dove sarebbe emersa nelle ultime ore una nuova variante di covid, indicata con la terminologia tecnica E484K; questa, stando a quanto si legge sull’agenzia Adnkronos, riunirebbe in se le caratteristiche della variante inglese e di quella sudafricana, di conseguenza si presume sia altamente contagiosa. Stando a quanto sostenuto dagli esperti dell’Istituto nazionale delle malattie infettive giapponese, la variante sarebbe stata originata all’estero e presenta differenti caratteristiche rispetto a quelle fino ad oggi individuate sul territorio nipponico. Al momento sono stati individuati 91 diversi casi confermati nella zona di Kanto, Giappone orientale, con l’aggiunta di due in aeroporto. “Potrebbe essere più contagiosa rispetto alle altre varianti – le parole del capo di Gabinetto Katsunobu Kato in conferenza stampa – e se continua a diffondersi sul territorio nazionale potrebbe causare un rapido aumento dei contagi”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA