Pegli, fuga di gas: palazzo evacuato/ Ferrovia bloccata, strade chiuse: la situazione

A Pegli una maxi fuga di gas ha creato numerosi disagi: la situazione

incendio_vigili_fuoco_pompe_fiamme_lapresse_2017
Vigili del fuoco (LaPresse)

Fuga di gas avvenuta nella notte appena passata in quel di Pegli, nota cittadina ligure in provincia di Genova. Attorno alle ore 3:30 della notte fra martedì 4 e mercoledì 5 giugno, alcuni operai che stavano lavorando nella galleria ferroviaria fra Sestri Ponente e il Bivio Castelluccio, hanno rotto inavvertitamente una tubatura del gas, come riferito dai colleghi dell’edizione online de Il Secolo XIX. Immediatamente sono stati avvertiti i vigili del fuoco, che sono accorsi sul luogo e stanno procedendo alla riparazione del danno. In contemporanea è scattato il piano di emergenza, e un palazzo al numero civico 37 in via Zaccaria, è stato evacuato, con il risultato che dieci famiglie sono state allontanate dalle proprie case. Bloccata ovviamente anche la ferrovia, e un tratto dell’Aurelia, precisamente in via Pegli, presso la “Curva del risveglio”.

PEGLI, FUGA DI GAS: PALAZZO EVACUATO

Per quanto riguarda i treni, sospesa la linea Genova-Savona per via della presenza di vigili del fuoco fra Genova Voltri e Genova Sestri Ponente, e Ferrovie dello stato ha fatto sapere che il servizio è stato riprogrammato con cancellazioni e limitazioni: per avere tutti i dettagli è consigliabile recarsi sul sito ufficiale. Chiuse al transito veicolare le vie Zaccaria, Nicoloso da Recco e la via Aurelia, e come fa sapere la polizia municipale: «l’unica possibile viabilità alternativa è sulle strade collinari nelle vie Ungaretti, Salgari, Rizzo e Modugno dove si consiglia comunque massima prudenza al fine di evitare intasamenti che comprometterebbero ulteriormente la viabilità verso il centro cittadino». I lavori di manutenzione della galleria erano affidati ad una ditta esterno da parte di Rfi, e fortunatamente non si sono verificati feriti. Numerosi però i disagi creati alla popolazione locale: sono attesi aggiornamenti nelle prossime ore, con la speranza che il danno possa essere riparato e la situazione possa tornare lentamente alla normalità.



© RIPRODUZIONE RISERVATA