Penso che un sogno così, Beppe Fiorello/ Diretta, ospiti: come è morto il padre?

- Stella Dibenedetto

Penso che un sogno così, lo show di Beppe Fiorello, in onda questa sera su Raiuno: Francesca Chillemi, Rosario Fiorello e Favino tra gli ospiti. Come è morto il padre?

beppe fiorello 2021 rai 629x300
Beppe Fiorello a Domenica In

Penso che un sogno così, Domenico Modugno: lo show di Beppe Fiorello. Il commento live

Arriva un momento molto doloroso a Penso che un sogno così con Beppe Fiorello che ricorda la morte di suo padre. Cosa gli è successo? Nicola, così si chiamava, si è spento giovanissimo un giorno all’improvviso, colpito, stroncato da un infarto. Per raccontarlo entra in divisa suo fratello Rosario che dimostra di avere la sua solita personalità ma che non gli ruba il palcoscenico in un ricordo doloroso. Nicola Fiorello lasciò improvvisamente i due con Rosario che era inviato al Festival di Sanremo e Beppe che invece era appena ventenne. Proprio quella tragedia cambiò per sempre i due con il secondo che decise di intraprendere la strada del cinema e a dare così al suo pubblico la possibilità di conoscerlo in tanti ruolo divenuti poi storia della tv e del cinema italiano e non solo. (agg. di Matteo Fantozzi)

L’emigrazione degli italiani

Molto spesso si parla degli immigrati in Italia ma Beppe Fiorello a Penso che un sogno così va anche a scavare nella storia degli italiani che invece sono emigrati. Tra questi viene raccontata la storia di Joe Conforte, nato in Augusta in Sicilia nel 1925 e in grado di fare fortuna negli Stati Uniti aprendo la prima casa chiusa legale degli Stati Uniti nel Nevada, il Mustang Ranch. Le espressioni raccontate da Beppe Fiorello ci portano a scoprire diverse situazioni legate al passato, al presente per riflettere sul futuro del nostro paese. Di certo i racconti fanno piacere, ma senza la grande interpretazione del “nostro” sarebbero pure lezioni di storia. Quello che stupisce di più è come Beppe sia in grado di non fermarsi mai e di padroneggiare il palcoscenico ormai da quasi due ore. Intanto prepariamoci per il grande finale dove ci potrebbero essere delle sorprese. (agg. di Matteo Fantozzi)

Non è un cantante, ma…

Beppe Fiorello non è un cantante e mai ha avuto la pretesa di esserlo, ma a Penso che un sogno così dimostra ancora una volta di avere delle dote canori molto interessanti. Artista di livello straordinario a 360 gradi e ha dimostrato così ancora una volta di essere in grado di tenere in piedi il palcoscenico da solo che sta comandando da solo per molti minuti se non ore. Incredibile è la versatilità che dimostra di avere ogni volta che alterna esibizioni canore, magari delle canzoni e anche delle espressioni prettamente recitate. Beppe è un uomo straordinario e sono tanti gli splendidi messaggi che ci arrivano anche se vanno fatti degli altri appunti per complimentarsi con la sua squadra. Protagoniste sono anche le luci che lo accompagnano sul palcoscenico oltre ovviamente a un corpo di ballo preparato e bravo a gestire lo spazio. (agg. di Matteo Fantozzi)

“Il sogno di mio padre”

Il sogno del padre di Beppe Fiorello viene raccontato a “Penso che un sogno così, Domenico Modugno” che ha avuto il coraggio di rimanere e fare una famiglia senza la forza di partire. A differenza di Modugno che invece ha coltivato il suo sogno anche se è stato costretto anche lui a scelte complicate e a lavorare a testa bassa per campare. Nonostante questo culla dentro di sé un fuoco che non si spegne e che lo porta a confessarsi in Chiesa di fronte alla croce di Gesù Cristo che sembra essere per lui un riferimento. La grande poeticità di un Beppe Fiorello straordinario interprete ci porta un grandissimo spirito emotivo e ci regala i giusti momenti di riflessione che si alternano ad altri invece più ironici. Non ci si annoia su Rai 1, ma si riesce ad approfondire argomenti fin troppo spesso fatti passare in secondo piano. (agg. di Matteo Fantozzi)

Assenza su Instagram da…

Non ci sarà ovviamente anche Rosario a Pensa che un sogno così, Domenico Modugno lo show di Beppe Fiorello in onda su Rai 1. L’ex re del karaoke sta facendo un po’ preoccupare il pubblico italiano visto che da oltre due mesi non pubblica niente su Instagram. L’ultimo post pubblicato infatti risale al 13 novembre scorso e ci parla di Scena Unita una iniziativa nata per sostenere i lavoratori del mondo dello spettacolo durante l’emergenza sanitaria da Coronavirus. Nonostante questo va specificato che i due fratelli Fiorello hanno sempre deciso di tenere separato il loro rapporto in televisione, evitando di partecipare spesso a programmi in coppia anche perché hanno preso due strade alla fine molto diverse. (agg. di Matteo Fantozzi)

Anticipazioni e diretta Penso che un sogno così

Beppe Fiorello ci presenta “Penso che un sogno così” su Instagram con un video, dove sottolinea: “Si dice che stasera vi racconterò la storia di mio padre, ma anche del grande Domenico Modugno e un pezzetto della mia vita quando ero un bambino introverso. Vi racconterò un’estate indimenticabile, un viaggio in macchina verso il mare. Vi racconterò una festa di paese e di un personaggio particolare Jo l’americano. Vi dico che vi racconterò una storia indimenticabile”, clicca qui per il video e per i commenti dei follower. Come sempre la sua grande capacità a livello interpretativo ci porterà dentro un momento di grande teatro unito alla televisione con due media che confluiranno l’uno dentro l’altro. C’è dunque grande attesa, staremo a vedere cosa dirà il pubblico che avrà i social network a sua disposizione. (agg. di Matteo Fantozzi)

“Racconto per mamma Sarina”

Serata evento quella che Raiuno regala ai propri telespettatori oggi, lunedì 11 gennaio. In prima serata, Beppe Fiorello è il protagonista dello show “Penso che un sogno così”. Sarà un viaggio che, partendo dall’estremo sud, racconterà la storia di una famiglia attraverso ricordi, vicende buffe, dolorose e altre incredibili e divertenti. Insieme ad una serie di amici che lo affiancheranno nel corso della serata, Beppe Fiorello inviterà le persone della sua vita a compiere questo viaggio immaginario che avrà come colonna sonora la musica di Domenico Modugno che ha sempre accompagnato la vita della famiglia Fiorello. Oltre a raccontare quelle che sono state le proprie vicende familiari, ci sarà un omaggio a Domenico Modugno e alla sua crescita musicale. Ogni momento, infatti, sarà condito dalla musica del grande artista che Beppe Fiorello ha anche interpretato in una famosa fiction di Raiuno.

Gli ospiti di Penso che un sogno così

Beppe Fiorello condurrà per mano i telespettatori di Raiuno in quello che sarà un viaggio intimo, toccante e molto emozionante. Ad accompagnarlo ci sarà un ospite davvero speciale ovvero il fratello Rosario con cui ricorderà alcuni momenti della loro infanzia regalando anche dei momenti imperdibili ai telespettatori. Fiorello, però, non sarà l’unico ospite dello show “Penso che un sogno così”. Ad affiancare Beppe Fiorello saranno anche Eleonora Abbagnato, Pierfrancesco Favino, Paola Turci, Serena Rossi, Francesca Chillemi che accompagneranno il padrone di casa in un racconto molto speciale. sul palco ci saranno anche due musicisti d’eccezione come Daniele Bonaviri, uno dei più bravi chitarristi italiani e Fabrizio Palma, musicista e arrangiatore.

Le parole di Beppe Fiorello

Non nasconde l’emozione Beppe Fiorello alla vigilia di “Penso che un sogno così” in cui regalerà al pubblico la sua parte più privata. “Questo ‘sogno’ che porto in televisione è un tracciato di quello che sono, è un tributo alla timidezza attraverso la quale vi farò vivere il mio rapporto con la vita, regalo una parte della mia famiglia e alla mia famiglia regalo quei silenzi di bambino ora decifrati e risolti. Attraverso le musiche di Domenico Modugno creo un filo conduttore tra lui e mio padre che è il vero protagonista di questa storia”, ha raccontato Fiorello come riporta la nota stampa della Rai. Un racconto speciale interamente dedicato “a mia madre Sarina, l’unico grande amore di mio padre”.

Video, le anticipazioni di Beppe Fiorello

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giuseppe Fiorello (@giuseppefiorello)



© RIPRODUZIONE RISERVATA