PETER NEUMAIR E LAURA PERSELLI: FIGLIO INDAGATO PER OMICIDIO/ “Movente economico”

- Alessandro Nidi

Gli ultimi aggiornamento sulla vicenda riguardante i coniugi di Bolzano Peter Neumair e Laura Perselli, scomparsi nel nulla e per cui è indagato il figlio

peter neumair laura perselli
(Storie Italiane)

Arrivano nuovi e importanti aggiornamenti sul giallo di Bolzano, la scomparsa di Peter Neumair e Laura Perselli. Come vi abbiamo raccontato, il figlio Benno è indagato per l’omicidio dei due genitori e secondo il Corriere della Sera sarebbe stato individuato il movente: «Rivolevano i soldi delle tasse universitarie».  Secondo quanto ricostruito dai magistrati, Benno aveva deciso di abbandonare gli studi e il padre Peter gli avrebbe chiesto di ridare i soldi spesi per l’Università, così anche da contribuire alle spese di casa. Senza dimenticare una convivenza diventata sempre più pesante…

In pensione da qualche anno, Peter Neumair e Laura Perselli erano benestanti ma non ricchi, per questo hanno chiesto al figlio un contributo per le spese di casa, così da responsabilizzarlo. In base a quanto ricostruito, però, Benno avrebbe rifiutato categoricamente di pagare, così come di lasciare l’abitazione dei genitori. Attesi aggiornamenti nelle prossime ore, il cerchio si stringe… (Aggiornamento di MB)

PETER NEUMAIR E LAURA PERSELLI, GLI SPOSTAMENTI SOSPETTI DEL FIGLIO

Si torna a parlare della scomparsa dei due coniugi di Bolzano, Peter Neumair e Laura Perselli, per cui è indagato il figlio Benno. Il programma di Rai Uno, Storie Italiane, ha sottolineato come il telefono del ragazzo abbia agganciato una cella nei pressi del ponte sull’Adige dove sarebbero state trovate delle tracce di sangue appartenenti a Peter Neumair. “E’ partito alle 21:15 da casa – racconta l’inviata del programma condotto da Eleonora Daniele – ci vogliono una trentina di minuti per arrivare a casa”.

“Quando arriva qui prima delle 22 – prosegue la giornalista – il suo cellulare si spegne e rimane fermo per circa una mezz’ora, dopo di che riparte, riprende la strada, e arriva a casa della fidanzata attorno alle 22:30 dove cenerà con lei e vi rimarrà a dormire. Ha giustificato questa sosta dicendo che si sarebbe fermato per riposarsi, rilassarsi e ascoltare musica in macchina”. Storie Italiane sottolinea come al momento si tratterebbe solo di indiscrezioni e che la procura non avrebbe ufficializzato tale dettaglio. Ricordiamo inoltre che il legale di Benno, il figlio della coppia, è innocente ed è molto provato dalla scomparsa dei suoi genitori. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

PETER NEUMAIR E LAURA PERSELLI, FIGLIO ACCUSATO DI OMICIDIO, TRACCE DI SANGUE E…

Prosegue a “Storie Italiane” il dibattito sulla morte di Peter Neumair e Laura Perselli e sul figlio Benno, accusato in questo momento di omicidio e occultamento di cadavere. Gli avvocati difensori del ragazzo si sono detti tranquilli per quanto concerne il loro cliente, in quanto gli indizi emersi fino a questo momento sono davvero “ridicoli”. Intanto, è emerso che la sera del 4 gennaio l’automobile di Benno è stata inquadrata dalle telecamere di sorveglianza di un centro di smaltimento rifiuti ubicato lungo la strada che conduce al ponte dove sono state trovate le macchie ematiche che apparterrebbero a Peter Neumair. Quanto alle tracce ematiche, queste sono state anche individuate nell’autovettura di famiglia, con una goccia di sangue rilevata anche nella portiera lato guida del veicolo. Intanto, la sorella del ragazzo abita a Monaco di Baviera e quando è arrivata a Bolzano non si è recata a casa del fratello, bensì in quella della zia: perché? Questa decisione potrebbe essere sintomatica di rapporti tesi fra i due? Soltanto le indagini potranno appurarlo. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

PETER NEUMAIR E LAURA PERSELLI: FIGLIO ACCUSATO DI OMICIDIO

A “Storie Italiane” di oggi, mercoledì 20 gennaio 2021, si è parlato nuovamente del caso della scomparsa di Peter Neumair e Laura Perselli, di cui a Bolzano non si hanno notizie da 16 giorni. Per la prima volta i Ris sono entrati nella casa dei coniugi: sono arrivati intorno alle 9.15 e stanno ispezionando l’abitazione e una casa adiacente che i Neumair avevano a disposizione. Nelle scorse ore il figlio della coppia, Benno, è stato iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio e occultamento di cadavere. L’ipotesi accusatoria è che il figlio Benno, tra le 18.30 alle 21 abbia ucciso entrambi i genitori nell’appartamento, trasportandoli poi in macchina. Nel tragitto che va da Bolzano alla casa della fidanzata, distante 24 chilometri, si sarebbe quindi fermato e avrebbe gettato i corpi nelle acque gelide del fiume Adige, che, ricordiamo, sono state scandagliate accuratamente nei giorni scorsi dai sommozzatori, anche con l’ausilio dei gommoni.

PETER NEUMAIR E LAURA PERSELLI: TRACCE EMATICHE NELL’AUTO DEL FIGLIO

Stando a quanto riferito dall’inviata di “Storie Italiane”, trasmissione di Rai Uno condotta da Eleonora Daniele, sono state individuate probabilmente alcune macchie ematiche su un ponte sull’Adige che si trova lungo il tragitto dalla casa di Peter Neumair e Laura Perselli e l’abitazione della fidanzata del loro figlio Benno. Il sangue, stando alle indiscrezioni filtrate sino a questo momento, apparterrebbe a Peter e le immagini registrate dalle telecamere dimostrerebbero che l’automobile guidata dal figlio sarebbe passata di lì quella sera. Inoltre, nel veicolo di quest’ultimo sarebbero state rinvenute diverse tracce ematiche e biologiche. Tutti in paese parlano di una famiglia tranquilla e serena, anche se, stando a quanto riferito da alcune fonti locali, i rapporti tra Benno e i genitori sarebbero stati difficili negli ultimi tempi, con litigi frequenti e una dipendenza da anabolizzanti. Il mistero si fa sempre più fitto e la sorella del giovane, rientrata dall’estero, questa mattina non ha inteso rilasciare dichiarazioni ai microfoni dei giornalisti presenti in loco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA