Pietro Pulizzi chi è/ Il padre Denise Pipitone e la storia con Piera Maggio

- Giovanna Tedde

Pietro Pulizzi è il padre naturale di Denise Pipitone, nata nel 2000 dalla sua storia d’amore con Piera Maggio e scomparsa quattro anni più tardi a Mazara del Vallo

Pietro Pulizzi (Foto: web)
Pietro Pulizzi (Foto: web)

Pietro Pulizzi è il padre di Denise Pipitone, compagno di Piera Maggio che da anni vive con lei il dramma della scomparsa della loro figlia. Denise Pipitone è nata nel 2000 dal loro amore, una “figlia voluta, ha precisato la madre, e poi inghiottita nelle trame di un giallo che ancora oggi non è stato risolto. Era il 1° settembre 2004 e Denise Pipitone avrebbe festeggiato il suo quarto compleanno di lì a poco, il 26 ottobre, ma quella mattina, mentre giocava per strada davanti a casa in via Domenico La Bruna a Mazara del Vallo, è scomparsa senza lasciare traccia.

Da allora i genitori di Denise Pipitone lottano per trovarla, impegnati in una battaglia per verità e giustizia che sfida lo scorrere del tempo e le tante falle evidenziate in sede di prima inchiesta. Il caso della bimba di Mazara è diventato un vero e proprio cold case che, a cadenza più o meno regolare, si nutre di nuovi elementi e di segnalazioni da ogni angolo del mondo. Ad assistere la famiglia c’è l’avvocato Giacomo Frazzitta, da subito al fianco di Piera Maggio per cercare di dare una soluzione a un enigma lungo ormai 18 anni.

Chi è Pietro Pulizzi, il padre di Denise Pipitone

Pietro Pulizzi vive e lavora a Mazara del Vallo, nella provincia di Trapani, e prima di innamorarsi di Piera Maggio, la donna da cui ha avuto la figlia Denise Pipitone, era sposato con Anna Corona. Quest’ultima gli aveva dato già due figlie, Alice e Jessica Pulizzi, e secondo quanto dichiarato dall’uomo e dalla stessa madre di Denise le donne non avrebbero mai digerito la loro relazione.

Pietro Pulizzi fa l’autista e all’epoca in cui Denise Pipitone scomparve la piccola viveva insieme alla famiglia – la madre, il fratello maggiore Kevin e l’allora marito di Piera Maggio che le ha dato il cognome, Toni Pipitone – serena e spensierata come ci si aspetta da una bambina di quell’età. Era il 1° settembre 2004 quando, mentre si trovava davanti alla casa della nonna materna a giocare, la piccola Denise è sparita nel nulla aprendo le porte a un giallo che percorre quasi due decenni. Pietro Pulizzi è sempre al fianco di Piera Maggio nella durissima battaglia per ritrovarla. Anni di ricerche, speranze, paure e interrogativi fanno da sfondo a una storia che ancora oggi resta un mistero.

Le parole di Pietro Pulizzi sulla scomparsa della figlia Denise Pipitone, nata dall’amore con Piera Maggio

Più volte, nel corso di alcune interviste televisive, Pietro Pulizzi ha parlato del loro dramma familiare per la scomparsa di Denise Pipitone e ha raccontato il suo punto di vista sul caso. Ai microfoni di Chi l’ha visto?, nel 2021, ha dipinto il ritratto delle sue paure e delle sue speranze descrivendo il desiderio che lo accompagna fin dai primi istanti.

Non c’è giorno, ha spiegato Pietro Pulizzi, in cui non immagini il ritorno di sua figlia Denise a casa e anche lui, come Piera Maggio, continua a cercarla in vita: “Sogno di uscire fuori e vedermi Denise davanti, che sta aspettando il papà o la mamma. È un sogno realizzabile”. Sempre ai microfoni del programma tv di Federica Sciarelli, Pietro Pulizzi ha parlato della sua inesauribile speranza: “Il mio primo pensiero quando mi sveglio la mattina è poter avere una famiglia felice, avere una vita tranquilla. Quella che ci manca da anni, riavere Denise a casa. Quello è il primo obiettivo. Ti addormenti e ti svegli con il pensiero di Denise”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA