PROBABILI FORMAZIONI IRLANDA DEL NORD ITALIA/ Quote, Jorginho per il riscatto!

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Irlanda del Nord Italia: le quote per il pronostico e le scelte dei due CT per la partita valida per le qualificazioni Mondiali 2022, Mancini torna al finto centravanti?

Domenico Berardi McNair Irlanda Nord Italia lapresse 2021 640x300
Probabili formazioni Irlanda del Nord Italia, qualificazioni Mondiali 2022 (Foto LaPresse)

PROBABILI FORMAZIONI IRLANDA DEL NORD ITALIA: IL PROTAGONISTA

Quale potrebbe essere il protagonista nelle probabili formazioni di Irlanda del Nord Italia? Puntiamo sul riscatto di Jorginho: il regista del Chelsea ha vissuto un periodo poco fortunato, ed è anche possibile che tutte le discussioni su un possibile Pallone d’Oro lo abbiano condizionato. Jorginho ha effettivamente tutte le chance di vincere l’ambito premio, ma dopo il trionfo agli Europei ha sbagliato due rigori: entrambi contro la Svizzera, il primo se l’è fatto parare da Yann Sommer (gli era già successo nella lotteria della finale contro l’Inghilterra, quando a neutralizzarlo era stato Jordan Pickford) mentre il secondo l’ha tirato alto, questa volta senza il famoso saltello che, si diceva, fosse diventato leggibile dai portieri avversari.

Jorginho ha la stoffa e il carattere per riprendersi, e non è nemmeno scontato che sia stato lui a tirare il rigore al 90’ all’Olimpico; lo ha sbagliato e non si può non partire da questo, ma intanto ha avuto la responsabilità di tornare sul dischetto in un momento decisivo. Siamo dunque sicuri che, nonostante questi due errori abbastanza pesanti (avesse segnato entrambe le volte saremmo già qualificati ai Mondiali 2022) , Jorginho possa risollevarsi in fretta, e magari sarà lui che questa sera ci consegnerà il pass per il Qatar senza passare dai playoff… (agg. di Claudio Franceschini)reda

IRLANDA DEL NORD ITALIA: IL DUELLO

Come duello nelle probabili formazioni di Irlanda del Nord Italia possiamo mettere a confronto Jonny Evans e Federico Chiesa, perché l’attaccante della Juventus potrebbe giocare come finto centravanti e dunque incrociare spesso nella zona dell’esperto difensore. Chiesa lo conosciamo bene: arrivato alla Juventus nel 2020, esploso in un Europeo vinto e che lo ha consegnato come uno dei migliori calciatori della manifestazione, con Massimiliano Allegri ha avuto qualche problema ma ha già lasciato il timbro su alcune vittorie stagionali (Chelsea e Zenit in Champions League).

Evans ha 33 anni: è arrivato sedicenne nel Manchester United e dal 2008 è entrato stabilmente in prima squadra, rimanendovi per 7 stagioni e vincendo tutto – non la Champions League, di cui ha perso due finali – prima di salutare e accasarsi al West Bromwich e, nel 2018, al Leicester con cui ha trionfato nella FA Cup e il Community Shield. Con l’Irlanda del Nord ha collezionato 92 presenze: è il quinto calciatore del suo Paese con il maggior numero di apparizioni, e ovviamente punta quota 100 prima di terminare una carriera che potrebbe ancora proseguire a lungo. (agg. di Claudio Franceschini)

IRLANDA DEL NORD ITALIA: ASSENTI

Nelle probabili formazioni di Irlanda del Nord Italia abbiamo già visto che la lista degli indisponibili azzurri si è allungata: già acciaccato al momento della convocazione, Alessandro Bastoni ha dovuto alzare bandiera bianca tornando a casa, ed è anche in dubbio per la prossima partita che l’Inter giocherà in campionato. In difesa dunque Roberto Mancini perde un altro centrale, ricordando che Giorgio Chiellini aveva già dato forfait contro la Svizzera; Bastoni si aggiunge inoltre al lungo elenco dei giocatori che l’Italia non potrà utilizzare contro l’Irlanda del Nord.

Avevano già lasciato il ritiro della nazionale Lorenzo Pellegrini e Nicolò Zaniolo, poi è stato il turno di Ciro Immobile e appunto di Chiellini; in più, non avevano potuto rispondere alla convocazione Marco Verratti e Rafa Toloi, così come Moise Kean e il lungodegente Leonardo Spinazzola. Una situazione non ideale, ma certamente l’Italia ha i giocatori giusti per andare a vincere in Irlanda del Nord e speriamo dunque che nonostante le molte defezioni possa comunque arrivare la qualificazione ai Mondiali 2022, senza dover passare dai playoff. (agg. di Claudio Franceschini)

PROBABILI FORMAZIONI IRLANDA DEL NORD ITALIA: CHI GIOCA A BELFAST?

Andiamo a studiare le probabili formazioni di Irlanda del Nord Italia: la partita si gioca alle ore 20:45 di lunedì 15 novembre, siamo a Windsor Park dove gli azzurri vanno a caccia della qualificazione ai Mondiali 2022. Conosciamo il contesto: dopo il pareggio contro la Svizzera dovremo vincere sperando che la differenza reti resti migliore di quella rossocrociata, così anche in caso di doppia sconfitta mentre un pareggio nostro e degli elvetici ci porterebbe inevitabilmente in Qatar.

È però un’Italia che ha rallentato la marcia dopo aver vinto gli Europei, e dunque ora ha bisogno di certezze; vedremo cosa succederà a Belfast, intanto possiamo iniziare a ipotizzare in che modo i due Commissari Tecnici intendano disporre le loro nazionali sul terreno di gioco e allora, senza perdere altro tempo, valutiamo insieme i loro dubbi e le loro certezze leggendo insieme le probabili formazioni di Irlanda del Nord Italia.

QUOTE E PRONOSTICO

L’agenzia Snai ha tracciato il suo pronostico su Irlanda del Nord Italia, per cui possiamo andare a vedere cosa il bookmaker preveda per la partita delle qualificazioni Mondiali 2022. Azzurri nettamente favoriti: il valore posto sul segno 2 per la loro vittoria corrisponde a 1,24 volte la giocata, per contro il segno 1 che identifica il successo dell’Irlanda del Nord vi farebbe guadagnare ben 12,00 volte quello che avrete messo sul piatto. Il segno X, su cui puntare per il pareggio, porta in dote una vincita equivalente a 5,75 volte l’importo investito.

PROBABILI FORMAZIONI IRLANDA DEL NORD ITALIA

LE SCELTE DI BARACLOUGH

Ian Baraclough sceglie il 3-5-2 per Irlanda del Nord Italia: i due laterali Dallas e Shane Ferguson sono infatti più offensivi che difensivi, e dovrebbero accompagnare un centrocampo nel quale Steven Davis rimane il riferimento per tutti, con McCann e uno tra Saville e Corry Evans a fare da mezzali. In porta andrà Peacock-Farrell come sempre; davanti a lui avremo una linea difensiva comandata dall’esperienza di Jonny Evans, con McNair e Cathcart che saranno gli altri due centrali. Davanti le scelte di Baraclough sembrano fissate: Magennis e Washington sono i favoriti per agire nel reparto avanzato, ma non va sottovalutato Dale Taylor che potrebbe avere una maglia da titolare mentre Jordan Jones potrebbe cambiare tatticamente l’Irlanda del Nord, aprendo eventualmente a un tridente.

I DUBBI DI MANCINI

Roberto Mancini perde i pezzi: anche Alessandro Bastoni ha lasciato il ritiro, dunque in difesa le scelte per Irlanda del Nord Italia dovrebbero essere obbligate con Acerbi che sarà al fianco di Bonucci, mentre sugli esterni dovrebbero operare nuovamente Di Lorenzo e Emerson Palmieri. A centrocampo va a caccia di riscatto Jorginho, fortemente criticato per aver sbagliato il secondo rigore in due partite contro la Svizzera; poi spazio a Barella e Locatelli ai suoi lati, il nome nuovo potrebbe essere quello di Pessina che, almeno sulla carta, dà la sensazione di partire favorito rispetto a Cristante. Davanti, difficilmente rivedremo Belotti titolare: il Gallo non ha convinto e di conseguenza Mancini dovrebbe tornare al tridente con il finto centravanti, in questo senso avremo uno tra Federico Chiesa e Lorenzo Insigne in posizione centrale con Domenico Berardi che opererà sulla corsia destra.

IL TABELLINO

IRLANDA DEL NORD (3-5-2): Peacock-Farrell; McNair, Catchart, J. Evans; Dallas, McCann, S. Davis, C. Evans, S. Ferguson; Magennis, Washington. Allenatore: Ian Baraclough

ITALIA (4-3-3): G. Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi, Emerson P.; Barella, Jorginho, Locatelli; D. Berardi, F. Chiesa, L. Insigne. Allenatore: Roberto Mancini

© RIPRODUZIONE RISERVATA