Pronostico Sinner Djokovic/ Wimbledon 2023, Pietrangeli: “Jannik può vincere perchè…” (esclusiva)

- int. Nicola Pietrangeli

Pronostico Sinner Djokovic, semifinale Wimbledon 2023: intervista esclusiva con Nicola Pietrangeli sull'attesissimo match che si gioca venerdì 14 luglio. L'altoatesino centrerà l'impresa?

19581103 medium 1 1 640x300 Sinner Djokovic è la semifinale di Wimbledon 2023 (Foto LaPresse)

PRONOSTICO SINNER DJOKOVIC WIMBLEDON 2023: IL PUNTO DI NICOLA PIETRANGELI (ESCLUSIVA)

Sinner Djokovic, in programma venerdì 14 luglio, sarà la semifinale di Wimbledon 2023, naturalmente sul campo centrale. Una semifinale nel torneo più prestigioso dello Slam che è quasi impossibile per Jannik Sinner, che sogna l’impresa contro il più forte giocatore al mondo. L’anno scorso Sinner e Djokovic s’incontrarono proprio ai quarti di finale di Wimbledon, match combattuto al limite dei cinque set ma l’esperienza e il talento del giocatore serbo ebbero la meglio ancora una volta con una rimonta addirittura da 0-2.

Ora è passato un anno: Sinner ha 21 anni contro i 36 di Djokovic, che però nel frattempo è arrivato a 23 Slam vinti e trionfando a Wimbledon 2023 centrerebbe almeno tre record, che parevano inavvicinabili solo poco tempo fa. Conteranno gli anni o sarà sempre la grande classe, il grande talento del detentore di Wimbledon a avere ragione. Per presentare Sinner Djokovic, per un pronostico sull’attesissima semifinale di Wimbledon 2023, ilsussidiario,.net ha contattato in esclusiva una leggenda del tennis come Nicola Pietrangeli.

C’è Sinner Djokovic in semifinale a Wimbledon 2023: cosa ne pensa? Credo sia un match in cui Sinner abbia tutte le possibilità per battere Djokovic e andare in finale.

Davvero? Pensa sia cambiato qualcosa rispetto ai quarti dell’anno scorso? Sì: è passato un anno, e quindi Djokovic ha un anno in più rispetto ad allora.

Djokovic però ha numeri incredibili ed è quasi imbattibile: qual è e quale sarà anche questa volta la forza del giocatore serbo? Giocatori così sono unici, irripetibili. Djokovic è un vero fuoriclasse, non gli manca niente: le qualità tecniche, la forza fisica, la testa, ha tutto. È veramente un grande fuoriclasse, l’unico rimasto nel tennis attuale. Uno in grado di fare qualsiasi cosa in una partita di tennis.

Come pensa possa svilupparsi Sinner Djokovic? Conterà anche l’aspetto fisico nell’esito di questo incontro? Se lo sapessi potrei veramente dire come andrà questa partita. Certo l’aspetto fisico conterà molto, ormai i giocatori moderni sono molti forti in questo senso. Nel tennis ormai la componente fisica conta il 70%, i tennisti sono molto preparati in questo senso. Poi c’è il restante 30% che incide sulle partite sul tennis.

Chi vincerà questa semifinale a Wimbledon 2023? Potrebbe essere ancora Djokovic il numero uno per l’ultima volta; per il momento rimane ancora lui il più forte.

In ogni caso che giudizio dà di Sinner dopo questo torneo di Wimbledon 2023? Quali sono i suoi margini di miglioramento? Un giudizio ottimo, Sinner è giovanissimo: ha margini di miglioramento incredibili, continua a crescere in tutti i suoi colpi, ha un grande futuro davanti a sè.

Meglio Djokovic o Rod Laver, che in molti dicono sia stato il più grande tennista di tutti i tempi? Sono epoche diverse, non si possono fare paragoni. Di sicuro il tennis attuale è molto fisico, anche il tipo di racchette con cui si gioca favorisce un tipo di tennis potente, con colpi molto forti. Gioco da fondo campo con i tennisti che vanno poco sotto rete come succedeva un tempo con Mc Enroe ad esempio. Un tennis poco spettacolare noioso certe volte, non certo come succedeva un tempo, più emozionante, più bello…

(Franco Vittadini)





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Wimbledon

Ultime notizie