QR Code sulle tombe/ “Informazioni, foto e video della persona defunta”

- Alessandro Nidi

QR Code sulle tombe al cimitero: l’imprenditore brianzolo Davide Vago rivoluziona il settore funerario con l’introduzione della tecnologia sulle lapidi

Cimitero Stroppiana dove è stato commesso il fatto
Cimitero Stroppiana (web)

Un QR Code sulle tombe dei defunti, per consentire a chiunque lo inquadri con il proprio dispositivo mobile, sia esso uno smartphone o un tablet, di accedere alle informazioni, ai ricordi, alle fotografie e, in futuro, addirittura ai video della persona scomparsa. Una svolta clamorosa per il settore funerario, ideata dall’imprenditore Davide Vago, giovane di trentadue anni d’età che da quasi due anni è il titolare della “Lanzani Pompe Funebri” e ha recentemente creato il sito web della sua azienda.

La sua storia è stata raccontata sulle colonne della testata giornalistica “Il Cittadino di Monza e Brianza”, attraverso le quali l’uomo ha spiegato che, grazie al portale realizzato, i parenti del caro estinto possono scegliere direttamente da casa loro via internet il loro funerale su misura, decidendo il modello di bara a loro più congeniale, i fiori e, addirittura, il veicolo da utilizzare per il trasporto del defunto. Un servizio che, come illustrato da Vago, “sarebbe stato prezioso nei lunghi mesi di lockdown. Impossibile incontrare le persone, tutto veniva fatto via telefono ed era piuttosto difficoltoso. Questo sito consente a ognuno di scegliere direttamente”.

QR CODE SULLE TOMBE DEI DEFUNTI: L’INTUIZIONE DI DAVIDE VAGO

Dopo questa prima svolta tecnologica, Davide Vago ha poi sviluppato una sua intuizione: entro la fine del mese, in luogo delle classiche informazioni incise sulla lapide, troverà spazio un QR Code. Inquadrandolo con la fotocamera del proprio dispositivo, si accederà al profilo della persona deceduta, sulla quale potrà essere caricato qualche dato base oppure immagini e pensieri. Non solo: c’è la possibilità, per il futuro, di effettuare l’upload del filmato del funerale.

“Le cose cambiano per tanti aspetti del nostro quotidiano – ha aggiunto l’imprenditore su ‘Il Cittadino di Monza e Brianza’ –. Quanti possono andare al cimitero tutte le settimane? Siamo sempre di corsa, il lavoro non ci lascia spazio. Blog e QR Code consentiranno invece di avere un contatto costante con chi non c’è più: sarà sufficiente possedere uno smartphone. Sulla tomba, la foto del defunto ci sarà sempre, con il QR Code che verrà realizzato in ceramica”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA